Ecco l'estate: il lampone

  • Paola Montonati

raspberries 5279023 960 720Con i suoi frutti del colore rosso o nero, il lampone, alla fine di agosto, segna la fine della bella stagione e l’arrivo dell’autunno…

Il termine latino che indicava il lampone era Rubus, un preciso riferimento ai suoi frutti rossi, ma l’epiteto idaeus compare nell’Naturalis Historia di Plinio, che racconta come il lampone fosse originario del Monte Ida, situato in Grecia.

Molti secoli dopo, il fisico francese Henri Leclerr in Les Fruits de France dichiarò che l’epiteto idaeus derivava dalla ninfa Ida, figlia del re di Creta Minosse, che trovò il padre degli dei, Giove, quando era ancora un neonato e stava piangendo.

Per alleviare il pianto del bambino, Ida colse per lui un lampone ma, mentre si chinava sul cespuglio, il suo petto fu punto da una spina.

Il sangue della ragazza colò sui frutti, che fino ad allora erano bianchi, colorandoli di rosso per sempre.

Il ritrovamento di alcuni semi di lampone a Stone Age dimostra come nei tempi remoti il lampone fosse conosciuto, al punto che i monasteri medievali furono i primi a coltivarlo, fu poi tra le prime piante europee a essere introdotte in Nord America.

Nel cuore della Germania si racconta che un cavallo stregato potesse essere addomesticato solo legando intorno al suo corpo ramoscelli di lampone selvatico.

Inoltre il Tale of the Raspberry Fox di Henning Buchhagen è la favola su una giovane volpe chiamata Ferdinand, cui non piaceva la carne, ma era golosa di lamponi.

A quel tempo le volpi erano grigie come i topi e, più Ferdinand mangiava lamponi, più il suo pelo diventava rosso e da allora le volpi sono sempre state rosse.

I lamponi, dall’aspetto soffice e vellutato sono dolci e succosi e si sciolgono sulla lingua, lasciando i duri semini.

Nel giardino, i gambi eretti e lievemente pungenti del cespuglio del lampone crescono fino a un’altezza di uno o due metri, dopo essere stati piantati in filari e fatti crescere lungo fili metallici. Con le seconda parte dell’anno i gambi generano fiori bianco-rosa in grappoli.

I lamponi si trovano facilmente in luoghi assolati o ombreggiati, inoltre crescono selvatici sui cigli, nei boschi, nelle radure e in terreni disboscati.

Il tè ottenuto dalle foglie di lampone è utile per rinforzare le gengive, curare l’irritazione della pelle, dolori gastrointestinali e addolcisce le medicine più amare.

L’olio dei semi del lampone viene utilizzato nella cura della pelle ed è anche un valido olio nutriente utilizzabile come integratore alimentare.

Pavia

Pavia, la nostra Pavia

Copyright © PaviaFree.it, il blog di Pavia e provincia IT11086080964