Cucina dal mondo: Trentino

  • Paola Montonati

cucina trentino La cucina del Trentino Alto Adige è con dei sapori forti e decisi, oltre ad essere influenzata dalla cucina austriaca e tedesca.

Tra i condimenti ci sono il burro, molto più utilizzato dell'olio d'oliva, inoltre i piatti tipici sono caratterizzati da un frequente uso di salumi, come lo speck, e formaggi, tra molte zuppe, primi piatti per lo più a base di polenta, secondi di carne, di selvaggina o di pesce d'acqua dolce, come il salmerino e la trota trentini, unici pesci ad aver ottenuto la certificazione Igp in Italia, molti funghi e dolci a base dell'ingrediente simbolo regione, la mela, protagonista dello strudel, il dolce più famoso e diffuso del Trentino Alto Adige.

La cucina trentina e altoatesina tradizionale non ha primi piatti per base di pasta all'uovo o asciutta, infatti il ragù qui viene proposto con la selvaggina di cervo, di camoscio e di capriolo, oltre ai famosissimi canederli, polpette a base di uova e mollica di pane cotti nel brodo o nel burro, gli spatzle, gnocchetti agli spinaci con burro e speck, e gli strangola preti, simili ai canederli ma più piccoli e di forma ovale, aromatizzati alle erbe.

Un posto importante tra i primi piatti è della polenta, condita in molti modi diversi, soprattutto con i funghi o con la cacciagione, e la si può gustare in una versione più scura, composta da un mix di farina di mais e di farina di grano saraceno al Nord e in una più chiara, ottenuta con farina bianca di frumento e patate nella zona del Garda.

Tre le tantissime zuppe, servite in piccole ciotole più come antipasto che come primo piatto vero e proprio, ci sono la zuppa al vino bianco, la zuppa d'orzo e la panada, una zuppa di pane e olio.

Oltre al classico tagliere di salumi e formaggi, tra i secondi piatti ci sono la carne salada, lo stufato, lo stinco di maiale, il gulasch, lo sguazet, uno stufato di frattaglie di manzo, i wurstel e le varie salsicce cotte alla griglia o in umido, come ad esempio la peverà, che viene cotta con la cipolla nel vino bianco.

Spesso i secondi piatti hanno una nota agrodolce a causa di spezie quali la cannella, il ginepro, i chiodi di garofano, il cumino, ma anche le scorze di limone e l'uva sultanina, senza dimenticare i piatti di carne abbinati alle marmellate, soprattutto a quella di ribes rosso e di mirtilli.

Tra i contorni da non perdere sono i crauti, sempre presenti nella cucina altoatesina, le verze, il rosti di patate e le rape e tra i secondi di pesce ci sono vari pesci d'acqua dolce cucinati in padella con limone, menta e uva sultatina, e l'anguilla alla brace, infatti  nella zona di Trento un piatto tipico è la polenta con baccalà.

Oltre allo strudel, il dolce più significativo del Trentino Alto Adige, ci sono per la fine del pasto lo zelten, tipico delle festività natalizie con frutta fresca, candita e secca, i canederli dolci alle prugne, i krapfen, dei bomboloni fritti alla crema, gli strambe delle frittelle aromatizzate alla grappa, la crostata al rabarbaro o ai frutti di bosco e le frittelle di mele.

Copyright © PaviaFree.it, il blog di Pavia e provincia IT11086080964 Supplemento plurisettimanale del quotidiano digitale MilanoFree.it