Cucina dal mondo: Nuova Zelanda

  • Paola Montonati

nuova zelandaLa cucina della Nuova Zelanda ha due anime, la prima sulla costa ricca di pesce e crostacei, che il mare offre in abbondanza, e la seconda nell’entroterra.

Molta amata dai neozelandesi è la carne d’agnello, di buona qualità, mentre la carne di cervo viene servita nei migliori ristoranti.

La Nuova Zelanda è famosa anche per i suoi prodotti caseari, infatti latte, formaggio e gelati sono gustosissimi.

Molto note ad Auckland sono le cozze verdi, considerate le migliori del mondo, mentre le ostriche e i migliori frutti di mare provengono da Bluff, nell’Isola del Sud.

Particolarmente esotico è il toheroa, un crostaceo raro, come pure il tuatua, che è più economico. Nei fiumi e nei torrenti abbondano le anguille, un’altra delizia, soprattutto affumicate e, per quanto riguarda il cibo nei fast food, i neozelandesi amano moltissimo il pasticcio di carne, ma altri spuntini molto popolari sono i nachos, le patate cotte con la buccia e gli hamburger con uovo fritto, barbabietole e insalata.

Si può assaggiare anche l’afghan, un biscotto di cioccolato fatto in casa; l’hokey pokey, un gelato con pezzetti di zucchero caramellato; la kumara, la patata dolce polinesiana e la paua od orecchia di mare, crostaceo che viene pestato, tritato e poi impastato in frittelle.

Un tipico piatto nazionale è rappresentato dall’hangi, un misto di pesce, carne e verdure cotte al forno, mentre una bevanda insolita è il vino prodotto con il frutto del kiwi, di cui esistono molte varietà: fermo e frizzante, dolce e secco, con cui producono persino un liquore.

Ma oltre al kiwi l’isola ha una grande produzione vinicola, situata tra il 35° e il 45° parallelo con una distinzione climatica importante tra la South Island, dove si coltivano le uve più meridionali del mondo, e la North Island.

Quella di Auckland è la zona vinicola più antica del paese, con i vigneti dislocati nella Huapai Valley che risalgono all’inizio del secolo.

 

Del vino è diffuso sia quello nero che bianco, profumato e non molto alcolico, come il Riesling, il Sauvignon e il Cabernet Blanc, che il rosso come il Cabernet Sauvignon o il Merlot.

Copyright © PaviaFree.it, il blog di Pavia e provincia IT11086080964 Supplemento plurisettimanale del quotidiano digitale MilanoFree.it