Cucina dal mondo: Lussemburgo

  • Paola Montonati

lussemburgo minUna cucina poco nota, ma non priva di fascino, quella del Lussemburgo, uno tra gli stati più piccoli dell’Europa…

La tradizione culinaria lussemburghese non si discosta moltissimo da quella della regione belga-vallone, sua vicina, ma risente di vari altri influssi europei, che l’hanno resa qualcosa di naturale, semplice e cordiale. 

Se si è in un ristorante in Lussemburgo è da ricordare che i principali ingredienti di molte ricette del piccolo stato sono le patate e la carne, soprattutto di maiale, oltre a una grande offerta di salsiccia Wurst in molteplici varianti.

Da sempre i pasti vengono accompagnati dalla birra di produzione locale Bofferding o Mousel, cuore della produzione dei birrifici della zona.

Lussemburgo: La cucina locale 

Nel corso delle feste e mercatini locali, il piatto forte dello street food del Lussemburgo sono le Gromperekichelchen, frittelle di patate lessate, pressate nello schiacciapatate e infine fritte nell’olio oppure con il lardo.

Invece i ristoranti di autentica cucina locale danno la possibilità di assaggiare la Bounenschlupp, l’equivalente del minestrone italiano, con ingredienti principali fagiolini verdi, carote, cipolle, sedano, pancetta affumicata o salsiccia e in alcuni casi anche la panna.

Ma i piatti nazionali per eccellenza restano lo Judd Mat Gaardebounen, lo stinco di maiale con fave e patate rosolate nella pancetta, e il Kuddefleck, la trippa o stomaco di bue ben cotto impanato e fritto, e i Gromper Keeschelche, crêpes con pomodori grattugiati, cipolle e prezzemolo, cotte in olio caldo. 

In autunno c’è una grande offerta di piatti a base di selvaggina, spesso accompagnate da vini leggeri di produzione locale come il Pinot bianco o nero, il Riesling, Rivaner e l’Ebling, mentre un dessert tipico è la Quetschentaart, una torta alle prugne.

I dolci del Lussemburgo

Se invece si è invitati a un battesimo, a una prima comunione o a un matrimonio, il dolce è sempre il Baaumkuch, che tradotto significa l’albero dolce, un piatto di origine tedesca che è stato esportato persino in Giappone. 

Questo dolce è formato da una serie di anelli fatti di una pastella molto simile a quella delle crêpes, sovrapposti e aromatizzati con un pizzico di liquore e di vaniglia.

Gli anelli di crêpes vengono poi decorati con panna, oppure con una colata di zucchero caramellato e in cima alla torta si possono trovare decorazioni realizzate con il croccante.

I vini 

La zona vinicola del paese si trova lungo la valle del fiume Mosella, per 42 km dalla città di Schengen a Wasserbillig e, per tutelare la qualità dei loro vini, il Lussemburgo ha creato il 12 marzo 1935 il Marque Nationale des Vins luxembourgois, un marchio che garantisce la provenienza del vino dal Granducato e la qualità dello stesso.

Copyright © PaviaFree.it, il blog di Pavia e provincia IT11086080964 Supplemento plurisettimanale del quotidiano digitale MilanoFree.it