Cucina dal mondo: Egitto

  • Paola Montonati

egitto cucina pixaLa cucina tipica egiziana è influenzata da quella mediterranea, dove si fa ampio uso di spezie, il coriandolo, il cumino, la curcuma, il pepe nero e l’immancabile peperoncino, presente ovunque.

Il pranzo

Le fave sono l’alimento più consumato nel paese, come nel caso del Ful Medames, la purea di fave, spesso affiancata dalla Ta’miyya, il Felafel egiziano, che si distingue da quello degli altri paesi per l’impasto, preparato con le fave e non con i ceci.

Per un piccolo aperitivo si può assaggiare il torshy, delle verdure sottaceto e le melanzane mekhallil, fritte e condite anch’esse con aceto e aglio.

Tra i piatti tipici egiziani piu famosi, c’è il Koshari, un piatto unico a base di pasta, riso, legumi, sugo, una salsina a base di aceto e aglio e una spolverata di cipolle caramellate e la Molokhiyya, una zuppa di malva, insaporita con un soffritto di aglio e olio, pepe, sale e coriandolo.

Per le carni, molto diffuse sono la Kofta, una sorta di polpetta di carne macinata sottile, l’Hawawshy, un panino ripieno di carne macinata speziata, lo Shish Tawooq, uno spiedino di pollo cotto sui carboni e il Kebab.

Frutta, frutta secca e semi sono presenti in grandi quantità tra banane dolcissime, datteri, manghi, guave, semi di sesamo, di girasole e di zucca, la carruba e un frutto desertico che si chiama Dom, venduto a pezzetti che possono essere ammorbiditi con un po’ d’acqua e mangiati. 

La pizza egiziana è la Fateera, una specie di focaccia tipica del sud, dove si mangia per colazione con del formaggio fresco o del miele o per pranzo, ripiena di carne o verdure.

Una delle cose più buone della cucina egiziana è il pane, chiamato in arabo aysh, che significa vita.

In Egitto la maggior parte dei piatti si mangia con l’aysh baladi, un pane non lievitato simile alla pita, che si usa come cucchiaio per mangiare le salse, il ful o vi si avvolgono le mashwiyat e la Ta’miya.

Un altro alimento imprescindibile per gli egiziani è il riso in bianco, che accompagna la maggior parte delle pietanze sugose, ma notevole è anche la varietà di pesce sia di mare che d'acqua dolce, arrostito, tagliato a metà e condito con aglio, salsa di pomodoro ed erbe aromatiche.

Molto tipica è la Tilapia del Nilo o bolty, uno dei più consumati in assoluto, come l’aringa e il Feseekh, un tipo di pesce essiccato e fermentato.

I dolci

Tra i dessert, molto in voga nel periodo del Ramadan, il mese del digiuno, sono il Konafa, la Basbousa, gli Atayef, il Roz bil laban, un budino di riso, mentre l’Halawa è una crema spalmabile ricavata dal sesamo, che è molto usato in Egitto e nel Medio Oriente.

Infine, l’Egitto abbonda di caffetterie in cui sorseggiare dell’ottimo shay (tè rosso o verde), qahwa turky (caffè turco), karkadeh (ibisco) e degli ottimi succhi di frutta freschi, oltre al qasab, un liquido dolcissimo ricavato dalla canna da zucchero.

Copyright © PaviaFree.it, il blog di Pavia e provincia IT11086080964 Supplemento plurisettimanale del quotidiano digitale MilanoFree.it