Tv Vintage: Bim Bum Bam

  • Paola Montonati

bim bum bam 1In quanti siamo cresciuti con Bim Bum Bam e Uan….

Bim Bum Bam, una delle trasmissioni televisive più amate da grandi e piccini negli anni Ottanta, fu trasmessa per  la prima volta nell'autunno 1981, su varie emittenti locali appartenenti al gruppo Rusconi, come Antenna Nord.

Quando nacque il 3 gennaio 1982 il nuovo canale nazionale Italia 1, la trasmissione iniziò a essere trasmessa su questa emittente alle ore 16:30, come semplice contenitore di cartoni animati senza nessun intermezzo.

Dal 13 settembre 1982, l'inizio della trasmissione venne anticipato alle 16 e furono inseriti, fra un cartone e l'altro, alcuni intermezzi condotti da Sandro Fedele, Marina Morra e Paolo Bonolis, che erano stati il cast di 3,2,1... contatto!, una trasmissione per ragazzi della RAI.

Nell'estate del 1983 il programma fu al centro di un drastico cambiamento, venne affidato alle cure di Alessandra Valeri Manera, responsabile della tv dei ragazzi Fininvest, che ne era autrice e produttrice esecutiva, che sostituì i conduttori, tranne Paolo Bonolis.

Al posto di Sandro Fedele e Marina Morra arrivarono Licia Colò e un personaggio di pezza, Uan, con un nome derivato dalla pronuncia del termine inglese One, ovvero Uno, dal nome dell'emittente, animato dal Gruppo 80 e doppiato da Giancarlo Muratori, dall’aspetto di un cane antropomorfo che si comportava come un bambino pestifero e dispettoso, sempre pronto a giocare scherzi ai suoi colleghi in carne ed ossa, che divenne subito molto popolare tra i bambini.

Finita la stagione 1984–1985 Licia Colò lasciò la trasmissione per condurre nell'autunno seguente il contenitore festivo Buona domenica, e venne sostituita nella stagione seguente da Manuela Blanchard Beillard.

bim bum bam 2Nella stagione 1989-1990 con Paolo Bonolis e Manuela Blanchard Beillard arrivarono Debora Magnaghi, conduttrice di un altro programma per ragazzi della Fininvest, Ciao Ciao, Carlo Sacchetti e Carlotta Pisoni Brambilla, oltre a un altro pupazzo di pezza, Ambrogio, che non ebbe la stessa popolarità di Uan.

Quando,  nella stagione 1990-1991, Paolo Bonolis lasciò il programma per lavorare nel mondo del varietà, arrivarono Marco Bellavia, Roberto Ceriotti e il piccolo Alessandro Gobbi, detti La gang di Bim Bum Bam.

Nel frattempo Bim Bum Bam lasciò Italia 1 e venne trasferito sull'ammiraglia Canale 5, sempre dalle 16 alle 18, dal 7 gennaio 1991.

Dalla stagione 1992–1993 cominciò ad andare in onda anche la versione domenicale del programma, condotta da Manuela Blanchard Beillard, in onda su Italia 1 al mattino, che venne trasmessa fino all'estate 1996.

Il 31 marzo 1997 la Fininvest, ora Mediaset, riprogrammò Bim Bum Bam su Italia 1 sempre nella fascia oraria dalle 16 alle 18.

Ma dopo tanti successi, dalla stagione 1998-1999 il programma, per tagli al budget, venne progressivamente svuotato di tutti gli intermezzi interni.

Dal 17 gennaio 2000 gli intermezzi vennero furono cancellati del tutto e Bim Bum Bam tornò a essere solo un contenitore di cartoni animati.

Infine dall’autunno del 2002 Italia 1 prese la decisione di lasciare lo spazio pomeridiano senza nome, ponendo fine alla lunga avventura di Bim Bum Bam. 

Pavia

Pavia, la nostra Pavia

Copyright © PaviaFree.it, il blog di Pavia e provincia IT11086080964