• Home
  • EVENTI
  • La festa di San Defendente a Cassolnovo

La festa di San Defendente a Cassolnovo

  • Paola Montonati

festa2021 Dopo un anno di assenza, nella prima settimana di luglio torna a Cassolnovo la storica Festa di San Defendente e, per una volta, il 48° Palio delle Contrade non si svolgerà sul piazzale della chiesa di San Giorgio, per la difficoltà di contingentare gli ingressi come previsto dalle norme di contenimento, ma al campo sportivo comunale.

Ma il Palio non sarà l’unica manifestazione della settimana, che comincerà sabato 3 luglio alle 19 con la sfilata delle quattro contrade accompagnate dal Corpo musicale Cassolese e con una staffetta fiaccolata fino al campo sportivo comunale di via Genova.

Alla fine si terrà la proclamazione della contrada vincitrice con, al parco Schmid, la spadellata per i contradaioli.

Domenica 4 luglio alla tenuta Il Vignone di via del Porto alle 17 ci sarà la manifestazione per i più piccoli Fantaghiro’….giochi per i nostri bambini e alle 19.30 è prevista l’Apericena Pasta… ebbastà, con un piatto e un drink a solo 8 euro e il concertino del Corpo Musicale Cassolese.

Lunedì 5 luglio alle 19.30 si terrà lo Sprisss Party e il piano bar con Ruggero.

Il fine settimana successivo comincerà venerdì al parco comunale Schmid alle 20 con l’Happy Hour a tema Fun Far West che vedrà il piatto soft a 10 euro, il  piatto strong a 15 e un’ampia scelta di cocktails.

Sabato 10 luglio alle 20 ci sarà alle 20 la Cena in Bianco e domenica 11 per tutta la giornata fino a sera si terrà il Family Picnic al Parco comunale Schmid.

Un secondo week-end all’insegna della buona cucina è previsto per la fine di agosto.

Il culto di San Defendente 

Ma com’è nato il culto di San Defendente a Cassolnovo?

I lavori di costruzione della Chiesa di San Giorgio iniziarono nel 1752, grazie a Pietro Francesco Callerio che terminò nel 1780.

La Chiesa presenta un affresco rappresentante San Giorgio a cavallo che uccide il drago, mentre sul vertice ci sono tre statue, due angeli ai lati e la Madonna col Bambino al centro.

All’interno dell’edificio ci sono cinque altari, due situati nella parete destra, uno dedicato a Sant’Omobono e l’altro al Santo Sepolcro, e due in quella sinistra, uno dedicato a Sant’Anna e l’altro a San Defendente, della navata, mentre l’Altare Maggiore posto al centro del Presbiterio è dedicato a San Defendente.

Tra le opere più belle della chiesa un affresco, situato al centro dell’Altare Maggiore raffigurante la Madonna col Bambino, noto anche come la Madonna delle Grazie, risalente al XV secolo.

L’edificio contiene le ossa di San Defendente, compatrono di Cassolnovo, un martire ucciso durante le persecuzioni romane, che furono ritrovate in una catacomba a Roma.

Una svolta importante per la chiesa la diede Pietro Francesco Zaccaria che, grazie a un pellegrinaggio a Roma, portò con sé le ossa di San Defendente, riposte in un’urna argentata tutt’oggi venerata dai fedeli.

San Defendente si celebra il 2 gennaio ma la festa vera e propria è posticipata alla prima domenica del mese di luglio.

Copyright © PaviaFree.it, il blog di Pavia e provincia IT11086080964 Supplemento plurisettimanale del quotidiano digitale MilanoFree.it