• Home
  • EVENTI
  • Francesco Maria Sforza, il Duchetto di Pavia

Francesco Maria Sforza, il Duchetto di Pavia

  • Paola Montonati

17361 170 leo620Proseguono le iniziative collaterali per la mostra Looking for Monna Lisa, organizzate dal Comune di Pavia, Assessorato alla Cultura.

Giovedì 16 gennaio presso la Sala del Camino del Broletto alle 18 si svolgerà la conferenza Il Duchetto di Pavia, a cura di Antonietta Pignatelli Palladino, studiosa di Leonardo ed esperta di Grafica computerizzata.

La conferenza è dedicata alla figura di Francesco Maria Sforza, detto il Duchetto (30 gennaio 1491 – 1512), unico figlio maschio del duca di Milano Gian Galeazzo Maria Sforza e della principessa Isabella d'Aragona.

Dopo avere messo in discussione per oltre quindici anni l’identità di Monna Lisa, la Pignatelli Palladino sostiene che il sorriso più famoso di sempre appartiene a Isabella D'Aragona, principessa napoletana, duchessa di Milano e di Bari, convinzione frutto di accuratissime ricerche e di autentica passione.

La conferenza di giovedì 16 gennaio approfondirà la figura del primo figlio di Isabella d'Aragona, sui suoi legami con Pavia e sulle vicende che l'hanno visto protagonista.

Duca di Milano era formalmente il padre di Francesco, Gian Galeazzo, ma in realtà governava da anni il prozio Ludovico il Moro, figlio del primo duca della dinastia Sforza Francesco.

Nel 1494 l'imperatore Massimiliano I d'Asburgo strinse un patto con Ludovico, che lo avrebbe investito formalmente duca di Milano, così l’imperatore si sarebbe impegnato a offrire un’alleanza contro i francesi.

Il patto fu suggellato col matrimonio tra l’imperatore e Bianca Maria Sforza, figlia del defunto duca Galeazzo Maria Sforza, fratello di Ludovico.

Quando il 20 ottobre 1494, morì Gian Galeazzo, il consiglio ducale preferì come successore Ludovico e non il piccolo Francesco, data la minaccia di Carlo VIII di Francia, che aveva iniziato la sua discesa in Italia.

Alla vedova Isabella d'Aragona, assieme ai figli, fu concesso di rimanere ad abitare nell'appartamento ducale con tutti gli onori del suo rango.

Morto Carlo VIII, gli successe Luigi XII di Francia che, come discendente di Valentina Visconti, ritenne essere una sua eredità il ducato di Milano.

Ludovico fuggì a Bressanone, lasciando a Milano un governo provvisorio e, quando Luigi XII entrò nella città, Isabella sperò che il re potesse dare al figlio Francesco il titolo che gli competeva ma il re, con la scusa di volergli impartire un'educazione consona al suo rango, portò in Francia Francesco.

Francesco non tornò più a Milano e morì nel 1512 in seguito ad una caduta da cavallo.

Per più info si può scrivere a info@progetti.pavia.it oppure telefonare al numero 0382530150.

Pavia

Pavia, la nostra Pavia

Copyright © PaviaFree.it, il blog di Pavia e provincia IT11086080964