Ruino: In Media Era

  • Paola Montonati

ruino media eraIl piccolo borgo di Ruino, quasi al confine tra la provincia di Pavia e quella di Piacenza, nel Medioevo era parte dei domini dell’abbazia di San Colombano di Bobbio, poi venne annesso all’alta val Tidone.

Nel 1164, con un diploma imperiale, Ruino passò sotto il dominio della città di Pavia con molti altri centri dell’Oltrepò Pavese e nei secoli successivi seguì il destino della vicina Zavattarello, allora capoluogo della valle, prima come feudo della famiglia Landi nel 1269 e pochi anni dopo conquistato dalla famiglia Dal Verme, che dal 1372 fino al 1797, con l’arrivo di Napoleone nel Pavese, ne ressero le sorti.

Oggi Ruino è una meta turistica molto apprezzata da chi viaggia tra la Lombardia e l’Emilia Romagna ed è proprio per ricordare il suo passato che, nel weekend del 13 e 14 giugno, si terrà nel parco del Castello la manifestazione In Media Era, promossa dall’Unione dei Comuni Lombardi del Tidone con l’assocazione Spino Fiorito.

Per tutte le due giornate, mercatini, laboratori artigianali, vari stages, gli stand gastronomici con birre artigianali, giochi con giullari e giocolieri per tutta la famiglia e molto altro ancora daranno la sensazione di vivere nell’Alto Medioevo, mentre il campo storico della compagnia del Cardo e del Brugo permetterà di vedere come funzionavano le armi in quel periodo storico, dalla balestra fino alla catapulta.

La festa inizierà il pomeriggio di sabato 13 con il corteo storico, cui seguirà una Cena Medievale, con salumi del posto, formaggi di capra con miele e trifoglio, crostoni di cipolla, zuppa di farro e fagioli, pollo alla cacciatora, stracotto di capra con verdure, e pera al cioccolato.

Domenica 14 giugno ci saranno le visite presso il centro storico, oltre ad uno spettacolo di giocolieri, mentre la partenza del conte chiuderà al pomeriggio la manifestazione. 

Pavia

Pavia, la nostra Pavia

Copyright © PaviaFree.it, il blog di Pavia e provincia IT11086080964