Festival Borghi e Valli

Un altro fine settimana con il festival “Borghi e Valli” Tappe a Casteggio, Pietra De’ Giorgi, e Fortunago
 
Il festival “Borghi e Valli dell’Oltrepò” prosegue con un fine settimana denso di interessanti appuntamenti. Dopo il particolare concerto per pianoforte a quattro mani e percussioni alla tenuta Frecciarossa di Casteggio, la musica popolare messicana a Cura Carpignano e la musica del ‘900 a Casatisma, spazio al flamenco, le “canzoni da non dimenticare” e l’operetta.

Sabato 12 Luglio, alla Certosa Cantù di Casteggio, “Flamenco dal cuore”, un itinerario affascinante attraverso gli stili più rappresentativi del flamenco, dove la depuratissima tecnica del corpo si fonde con la profondità dell'anima e con la passione che questi artisti riescono a infondere ad ogni gesto. Il tutto in un vortice di colori, forza ed entusiasmo che non può che lasciare strabiliati. L’ evento è organizzato in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Casteggio. Sul palco sarà protagonista il “PUNTOFLAMENCOENSEMBLE”: Maria Ungaro Mottola e Elisa Diaz, “baile”, Charo Martin, “cante”, Alberto Rodriguez e Carmine Nobile, “guitarra” e Toti Canzoneri, “flauta”. Ospite speciale della serata il “bailaor” Manuel Liñan.
In caso di maltempo il concerto si terrà nell'Auditorium Certosa Cantù fino a esaurimento posti.
La serata inizia alle ore 21.15 - Ingresso 15 euro.

Domenica 13 luglio al Cantinone di Pietra De’ Giorgi, “Canzoni da non dimenticare”.
Già protagonista della serata inaugurale del festival, il tenore ENNIO BELLANI, con i Maestri Dario Gravina alla tromba e Paolo Marconi al pianoforte, ci accompagna in un viaggio nel passato: si esibirà infatti in un repertorio della metà del ‘900, ricordando Anna Magnani, Totò, Cesare Bixio. La fioraia, Quanto sei bella Roma, Casetta de Trastevere, Polvere di stelle, Come pioveva, Amapola, Signorinella, Summertime, Voglio amarti così, Pianofortissimo, Malafemmena, La vie en rose, Canto ma sottovoce, La paloma e Tango del mare i brani che saranno riproposti nella serata.
Tenore lirico nato a San Martino Siccomario (PV), ENNIO BELLANI calca da diversi anni le scene dei teatri di tutta Italia, sia come protagonista del repertorio operistico sia di quello operettistico, che gli consente di esprimere al meglio anche le doti di attore. Bellani inoltre, chiamato a far parte del Laboratorio Lirico Europeo di Milano e del giovane gruppo di produzioni musicali Isea Arts di Piacenza, ha recentemente partecipato a numerosi spettacoli musicali dove, insieme al repertorio d'opera e operetta, ha presentato pezzi classici della canzone melodica italiana.
L'attuale Comune di Pietra de' Giorgi nasce nel 1819 per la fusione di tre territori fino ad allora indipendenti: Pecorara, Pietra e Predalino. Pietra de' Giorgi vanta una storia antichissima, ne sono testimoni i ritrovamenti archeologici e i monumenti ancora esistenti.
Il castello che sorge sulla sommità della collina in posizione strategica, è considerato uno dei più antichi dell'Oltrepò Pavese, poiché risalirebbe al 1012; nel XIII secolo fu teatro di aspre battaglie tra i guelfi qui rifugiati e i ghibellini; più volte assediato, non fu mai espugnato, venne restaurato nel XV sec. La parte meridionale è la meglio conservata; nel cortile interno si trova uno stupendo portale in cotto. La torre quadrata, ultima rimasta di ben quattro torri, presenta merli ghibellini binati, segno dell'unione tra le famiglie Beccaria e Giorgi.
Organizzato in collaborazione con l'Amministrazione Comunale di Pietra de’ Giorgi, il concerto avrà inizio alle ore 21.15. Ingresso libero.

Lunedì 14 Luglio, in Piazza Municipio a Fortunago, “Operetta e dintorni”.
Per il festival Borghi e Valli, il Comune di Fortunago ospita l’operetta.
Accompagnati al pianoforte dal M° Alessandro Panella, sul palco si esibiranno la soubrette Elena D'Angelo ed il fine dicitore Gigi Fraschini.
In programma brani da la Vedova Allegra, La Duchessa del Bal Tabarin, La Principessa della Czarda, Il Paese dei Campanelli, Scugnizza e... Non ti scordar di me, Ma l'amore no, Addio signora, Parlami d'amore Mariù, Non dimenticar le mie parole, Come pioveva…
Fortunago è ormai unanimemente considerato uno dei "borghi più belli d'Italia". La chiesa parrocchiale, bell'esempio di architettura barocca, risale al 1644, mentre di epoca medievale è il palazzo che ospita l'attuale municipio, nato come casa-forte.
In caso di maltempo il concerto si terrà presso l’Aula Civica in piazza della Posta.
Il concerto inizia alle ore 21.15 - Ingresso 7 euro

Pavia

Pavia, la nostra Pavia

Copyright © PaviaFree.it, il blog di Pavia e provincia IT11086080964