Grandi marchi italiani: Galbani Un marchio di qualità

  • Paola Montonati

galbani 1A Ballabio, un piccolo paese della Valsassina, valle delle Alpi lombarde e molto vicine al lago di Lecco, nel 1882 il giovane Egidio Galbani, con il padre Davide, avviò una pregevole produzione di formaggio, che in poco tempo si trasformò in una vera propria passione per quest’attività imprenditoriale.

Nel 1896 Egidio Galbani affittò la Cascina Triulza, in provincia di Milano, dove cominciò a lavorare il latte con sette operai e un motore a 3 cavalli.

Già due anni dopo la Galbani era una fabbrica con 12 operai e i suoi prodotti erano esportati alle fiere di Bruxelles, Parigi, Monaco, con un occhio sempre rivolto ai bisogni dei consumatori e all’espansione all'estero.

Il simbolo di Galbani nacque nel 1906, con il formaggio Bel Paese, detto Roi des Fromages, Il Re dei formaggi, dai rivali francesi. 

Egidio creò un formaggio con le caratteristiche dei prodotti francesi, ma al tempo stesso con un sapore più tenue e un odore meno penetrante, oltre ad essere un prodotto moderno, non era caratteristico di una zona in particolare ma che faceva sentire a casa un po’ tutti.

Anche il confezionamento del Bel Paese, per quell’epoca, era molto nuovo e accattivante, con un'etichetta che ricopriva l'intera forma, dove comparivano l'Abate Stoppani, autore di Il bel Paese, da cui deriva il nome del formaggio, e la mappa della rete ferroviaria italiana, simbolo dell’Italia del primo Novecento.

Nel 1911 la Galbani si trasferì a Melzo, una cittadina a est di Milano, in una fabbrica composta di un capannone principale, locali per il ricevimento del latte, ricoveri per i cavalli, magazzini per le merci e alcune abitazioni, usate prima dai Galbani, poi dagli operai.

Dopo la fine della prima guerra mondiale, Egidio istallò nello stabilimento di Melzo nuovi e innovativi impianti frigoriferi e fondò la Società Anonima Egidio Galbani per il commercio dei latticini, con Egidio, il fratello Giuseppe, suo figlio Giacomo e altri imprenditori della zona.

Nel 1925 venne inaugurato lo stabilimento di Giussago, in provincia di Pavia, dove erano prodotti il Bel Paese e il Mascarpone Galbani, usatissimo nella preparazione di uno storico dolce italiano, il tiramisù.

galbani 2Galbani nel 1936 entrò anche nel settore della carne, comprando il salumificio Melzese, specializzato nella produzione di mortadella, prosciutto cotto e salumi.

Durante la seconda guerra mondiale l’azienda ormai riceveva il latte da ben 62 aziende del milanese e non solo.

Terminato il conflitto, nel 1956, con lo spot “Galbani vuol dire fiducia” venne lanciata nel mercato la mozzarella Santa Lucia, dalla forma di una sfera allungata con una strozzatura che la rende simile a un otto.

Nel 1959 la pubblicità Galbani in Carosello presentò il personaggio di Ercolino sempre in piedi, interpretato da Paolo Panelli e amatissimo da grandi e piccini.

Sempre su Carosello, nel 1965, l’azienda cominciò a pubblicizzare la Santa Lucia in confezione sigillata con all’interno il latticello.

Nel 1970 la Galbani è tra le società fondatrici del primo Consorzio ufficiale del Gorgonzola a Novara che ha lo scopo di “tutelare e vigilare sulla produzione e sul commercio del Gorgonzola e sull´uso della sua denominazione”.

Dopo aver fatto parte dal 1989 del Gruppo Danone, nel 2006 la Galbani venne comprata da Lactalis, leader mondiale dei prodotti lattiero caseari, per poi dal 2008 diventare un partner del gruppo Lactalis Italia, con marchi storici del panorama caseario italiano tra cui Invernizzi e Cademartori.

Pin it

Pavia

Pavia, la nostra Pavia

Copyright © PaviaFree.it, il blog di Pavia e provincia IT11086080964