Grandi marchi, grandi aziende: Zucchi

  • Paola Montonati

logo zucchi 577855 Dai lini bianchi dei primi del Novecento ai tessuti in raso stampato, la storia della Zucchi parte da molto lontano e arriva a oggi con prodotti unici, che le hanno consentito all’azienda di portare lo stile italiano nel mondo.

Attenta e sensibile ai valori estetici e culturali, ha collaborato con designer e pittori che hanno dato vita a collezioni ricercate e di grande qualità, dal design unico, per vivere la casa con uno stile sobrio e contemporaneo, oltre a una grande attenzione ai dettagli di confezione, alla scelta dei tessuti, e alle combinazione cromatiche, per una casa raffinata.

Tutto ebbe inizio nel 1920, quando Vincenzo Zucchi fondò, con un socio in affari, una piccola azienda per la produzione di lenzuola e tovaglie di lino e misto lino.

Dopo la seconda guerra mondiale nel 1953 nacque la Vincenzo Zucchi S.p.A. sotto la guida di Rolando, figlio di Vincenzo, affiancato dai fratelli Manlio e Giordano.

L’impegno della famiglia gettò le basi di uno sviluppo futuro alle soglie degli anni del grande boom economico italiano e nel 1960 Zucchi intraprese una politica di sviluppo che la condusse, anche attraverso acquisizioni e incorporazioni, a entrare in nuovi mercati e settori produttivi, portando lo stile italiano nel mondo.

L’architetto Caccia Dominioni firmò il progetto della sede aziendale di Zucchi a Casorezzo e nel 1970, da sempre attenta ai valori culturali, l’azienda diede inizio a una serie di collaborazioni con grandi architetti e designer come Giò Ponti, Zanuso e Ken Scott, e con pittori come Guttuso, Crippa e Fiume, per nuove collezioni di biancheria per la casa.

Nel 1980 l’azienda lanciò sul mercato il marchio Clic Clac, rivoluzionando il mondo delle tinte unite con un innovativo sistema di bottoni automatici utilizzati per la chiusura delle federe e negli stessi anni fu presentato il marchio Solotuo, una collezione di spugne in tinta unita personalizzate con i semi delle carte da gioco.

Zucchi nel 1986 acquisì il 100% della Bassetti S.p.A, sua diretta concorrente e leader di mercato in Italia, creando il più importante gruppo italiano del settore tessile casa.

La nuova azienda si distinse subito per l’ironia della campagna pubblicitaria con cui fu annunciata la nascita del Gruppo Zucchi.

Nel 1990 nacque la collezione di biancheria Zucchi Collection che interpretava in chiave moderna i disegni degli antichi blocchi da stampa del Museo Zucchi in una serie di prodotti raffinati e altamente qualificati che permisero l’ingresso del marchio nei mercati internazionali.

Verso il 2000 Zucchi sviluppò un innovativo processo di stampa che permise la realizzazione di nuovi tessuti bifacciali che sono utilizzati per la produzione della nuova collezione Shades, poi selezionati per un importante premio del design come il Compasso d’Oro dell’Adi.

Nel 2006 Zucchi si uni per incorporazione con Bassetti in un’unica società, la Vincenzo Zucchi S.p.A. e, nella sede storica di Rescaldina, fu costituito ufficialmente il Gruppo Zucchi proprietario dei due marchi Zucchi e Bassetti, leader di settore in Italia.

Alla fine del 2016 il Gruppo Zucchi fu acquisito dal Fondo d’investimento Astrance Capital, già proprietario del Gruppo francese Descamps, creando, di fatto, la più importante realtà del tessile casa in Europa.

Copyright © PaviaFree.it, il blog di Pavia e provincia IT11086080964 Supplemento plurisettimanale del quotidiano digitale MilanoFree.it