• Home
  • NEWS
  • Il Beato Cesare de Bus sarà canonizzato

Il Beato Cesare de Bus sarà canonizzato

  • Paola Montonati

beato bus 1Molti dei vigevanesi ricorderanno l’Istituto Negroni,  gestito dai Padri Dottrinari, con fondatore Cesare de Bus, che presto sarà santo…

La Congregazione dei Padri della Dottrina Cristina, conosciuti come Padri Dottrinari è in festa, dato che presto il fondatore Cesare de Bus, beatificato da Paolo VI il 27 aprile 1975, sarà canonizzato.

Papa Francesco ha riconosciuto il miracolo, accaduto nel 2016 e attribuito all’intercessione del beato e che lo porterà alla gloria degli altari, di una giovane donna di Salerno, guarita inspiegabilmente, secondo la scienza, da una meningite con emorragia cerebrale.

Cesare de Bus nacque il 3 febbraio 1544 a Cavallion, un paesino della Provenza, da una famiglia emigrata in Francia dall’Italia.

Passò la gioventù tra gli ufficiali dell’esercito di Carlo III, poi alla corte reale, e l’ambiente distolse il giovane ufficiale dalla pratica religiosa e dal sentimento evangelico. 

La conversione avvenne nel 1575, dopo un travagliato cammino segnato dalla preghiera e dalle penitenze di due suoi amici, Antonietta Revillande e Luigi Guyot.

In seguito il suo direttore spirituale, prima il gesuita Padre Piquet e poi il Vescovo di Cavillon, trovarono in lui la fede che gli aveva insegnato sua madre e lo portarono, dopo quattro anni, al sacerdozio.

Il primo incarico di Cesare ricevuto dal Vescovo fu la predicazione alla gente più povera, economicamente e culturalmente, per restaurare la fede e i costumi.

Nel 1592 si formò intorno a lui, nel ruolo di padre, legislatore e moderatore, una famiglia di apostoli e successivamente di Suore, oggi nota come la Congregazione maschile e femminile dei Dottrinari. 

Restano celebri i suoi testi catechistici a commento del catechismo del Concilio di Trento che sarà poi pubblicato col nome di Catechismo di San Pio V, dove De Bus trattò gli argomenti teologici primari visti sotto l’angolazione più efficace a secondo dell’età e della posizione dei discenti: la maggiore età, la media e la piccola.

Dopo dieci anni di ministero sacerdotale fu colpito da totale cecità e morì ad Avignone il 15 aprile 1607, mentre la causa di beatificazione fu aperta dopo quattro anni dalla morte.

La sua memoria liturgica cade il 15 aprile.

Pavia

Pavia, la nostra Pavia

Copyright © PaviaFree.it, il blog di Pavia e provincia IT11086080964