• Home
  • NEWS
  • Coronavirus: L’assessore regionale allo Sviluppo Economico della Regione Lombardia, Alessandro Mattinzoli, positivo al test

Coronavirus: L’assessore regionale allo Sviluppo Economico della Regione Lombardia, Alessandro Mattinzoli, positivo al test

  • Paola Montonati

mo ve lombardia 1Un componente della giunta della Regione Lombardia, l'assessore regionale allo Sviluppo Economico Alessandro Mattinzoli, è positivo ai testi del Coronavirus.

La notizia è di questa mattina, lunedì 2 marzo. Lo hanno riferito in una nota, lo stesso governatore lombardo Attilio Fontana e l’assessore al Welfare Giulio Gallera, che ha anche postato un messaggio video sulle pagine della Regione.

Tutta la Giunta regionale lombarda si sottoporrà ai test di accertamento, per alcuni si tratta di un secondo test, per escludere improvvise insorgenze o recidive, non risultate ai primi test. E' stata inoltre annullata la visita agli ospedali di Lodi, Codogno e Cremona.

«Una volta ottenuti gli esiti - prosegue la nota - attiveremo le procedure previste dai protocolli di Regione Lombardia, condivise con il Ministero della Salute e l'Istituto Superiore di sanità per i contatti diretti».

Lo stesso Fontana ha chiarito a Radio 1: «Mattinzoli ha la febbre alta ma per il resto sta bene. Si augura che presto la temperatura si possa abbassare e sta facendo la terapia».

C'è anche il primo cittadino di Nembro, centro di 11.000 abitanti in provincia di Bergamo, tra i contagiati dal Coronavirus.

La notizia era emersa nel corso della conferenza stampa di Palazzo Lombardia di ieri, domenica 1 marzo. Il sindaco Claudio Cancelli aveva pubblicato un video su Facebook per tranquillizzare i concittadini: «Sto bene, ho avuto due giorni con qualche linea di febbre che da ieri non c'è più e sono in isolamento da giovedì mattina coi primi sintomi»

Tra i positivi al tampone anche due medici del Policlinico di Milano. Un infettivologo e un neurochirurgo sono risultati contagiati al Covid-19 dopo i test eseguiti nell’ospedale la scorsa settimana.

Entrambi i medici non sono ricoverati, ma si trovano a casa con lievi sintomi. Tutti gli altri 160 tamponi fatti nei giorni scorsi al Policlinico sono risultati negativi.

Secondo caso di Coronavirus, in Canton Ticino, dopo il primo caso registrato la scorsa settimana ma dimesso venerdì 28 febbraio, un è stato confermato. Come riferisce la RSI, si tratterebbe di un anziano, ricoverato e posto in isolamento.

Per quanto riguarda lo sport, nel calcio di Serie C, si registra il rinvio anche dell’11^ turno per il girone A e B in programma domenica prossima e le partite di Coppa Italia.

Nel comunicato emesso in mattinata dala Lega Pro, si legge: "Preso atto del DPCM del 1 marzo 2020 e delle comunicazioni delle autorità competenti, ha disposto il rinvio delle gare dell’11^ giornata del Campionato Serie C dei gironi A e B in programma nei giorni 7 e 8 marzo 2020 e della gara di andata di Coppa Italia Serie C in programma l’11 marzo p.v. Tale decisione è stata assunta, coerentemente con quanto sino ad oggi stabilito, per le seguenti fondamentali ordini di ragioni: Il valore primario è senz’altro quello della tutela della salute e quindi del contenimento della possibilità di contagio. Il rinvio integrale della giornata per i due gironi è dettata dalla necessità di garantire l’equilibrio e la regolarità della competizione, pur sempre nella consapevolezza che stiamo vivendo un’emergenza di carattere internazionale. Sono da considerare, altresì, le condizioni della Pianese (Piancastagnaio in provincia di Siena) e dei club che l’hanno incontrata, tra le quali la Juventus U23 finalista di Coppa. Dovremo valutare rimettendoci al giudizio delle competenti Autorità Sanitarie. Nessuno sottovaluti il problema e a chi competa decidere. Il calcio e i suoi interessi vengono a debita distanza".

Pavia

Pavia, la nostra Pavia

Copyright © PaviaFree.it, il blog di Pavia e provincia IT11086080964