Le piccole chiese di Albairate

  • Paola Montonati

96240334 2898038460245501 7113517795630907392 oAlbairate, piccolo borgo sulla via che da Abbiategrasso porta a Milano…

Oltre alla Chiesa di San Giorgio, sorta al posto di un edificio di origine più remota tra il 1937 e il 1938 per volontà del parroco don Benedetto Bonati e interessante esempio di architettura sacra d'epoca fascista, opera dell'architetto Giovanni Maggi, e alla Chiesa di San Bernardo, oggi la cappella del Cimitero di Albairate, a breve distanza dal centro e a pochi passi dall'ingresso del Museo Agricolo, nota per uno dei più interessanti esempi di architettura minore barocca dell'area milanese, nel piccolo borgo agricolo di Albairate ci sono varie chiesette, simbolo della forte fede dei contadini di questa zona.

Una di queste è la Cappelletta della Madonna alla Brera, fondata in onore della Vergine dopo un evento miracoloso.

Nel 1167 Federico, detto il Barbarossa, attraversò il fiume Ticino e rase al suolo le cittadine di Rosate, Abbiategrasso, Magenta, Corbetta, Casterno, San Vito, e Cornaredo, ma non Albairate.

La gente rimase stupita, ma la piccola cittadina venne risparmiata, forse per intervento divino.

Solo un secolo dopo la fondazione della cappellina, le campagne di Albairate videro la vittoria dell'esercito della Lega Lombarda contro l'esercito del nipote di Federico Barbarossa, Corradino di Svevia, che era sostenuto dagli abitanti di Pavia.

Nella frazione di Riazzolo c’è la Chiesa di Santa Teresa in Riazzolo, edificata nel corso del Settecento come gran parte dell'antico complesso rurale e residenziale dell'area.

Una targa ricorda che fu consacrata nel 1737 dal Prevosto di Corbetta, Don Carlo Rusca.

La chiesa ha una pianta di modeste dimensioni, con una facciata decorata con una serie di strisce bianche e gialle, mentre l'interno, con un'unica navata, è in stile barocco.

Invece la Chiesa di San Benedetto, oggi Oratorio di Albairate, venne costruita nel 1960, presenta un'unica ala e un portico di modeste dimensioni, mentre accanto c’è un piccolo campanile.

Da vedere anche la Chiesetta di Santa Maria de' Bozzis, eretta nel Cinquecento con la facciata simile a quella della Chiesa Parrocchiale di San Giorgio, che si trovava di fronte, prima che fosse abbattuta nel 1937 e successivamente ricostruita come appare oggi.

Oggi la piccola chiesa è stata restaurata mantenendo inalterata la parete anteriore e inglobando ciò che restava del nuovo oratorio.

Pin it

Pavia

Pavia, la nostra Pavia

Copyright © PaviaFree.it, il blog di Pavia e provincia IT11086080964