I grandi musei: Il Guggenheim di New York

new york guggenheim museumChi se non colui che aveva progettato la casa sulla cascata, poteva immaginare il Guggenheim Museum di NY?

Il Guggenheim Museum, simbolo dell’arte moderna e contemporanea, si trova a New York, tra i grattacieli di Manhattan, al 1071 della Fifth Avenue, di fronte a Central Park.

Si tratta di una struttura di cemento bianco, dominata da un imponente edificio a forma di spirale, che ospita circa 5000 opere appartenenti ai più importanti artisti contemporanei tra cui Vassilij Kandinskij, Marc Chagall, Pablo Picasso, Paul Klee e Joan Mirò.

La sua storia comincia nel 1943 quando l'industriale Solomon Robert Guggenheim, appassionato d'arte e grande collezionista, decise di aprire al pubblico la propria collezione privata di arte contemporanea.

Commissionò perciò al celebre architetto statunitense Frank Lloyd Wright la progettazione di una struttura museale che possa ospitarla.

L’intenzione di Wright era di creare un museo diverso dai tradizionali, con una struttura moderna dove il visitatore potesse avere un accesso più immediato alle opere.

Progettò perciò un edificio di sei piani a cerchi concentrici, in cui le sale sono disposte a raggiera intorno a uno spazio centrale, lasciato vuoto e, sulla sommità, una calotta di vetro illuminava l'intero edificio.

Nei suoi disegni, Wright definiva spesso la struttura che sta progettando con il nome taruggiz, cioè ziggurat letto al contrario, la struttura ricorda uno ziggurat, l’antico tempio mesopotamico, ma capovolto.

L’edificio fu anche paragonato a una conchiglia, o a una molla pronta a scattare verso il cielo.

Ma il progetto di Wright suscitò perplessità in Guggenheim e nei suoi collaboratori, che desideravano una struttura più tradizionale.

Le trattative tra i committenti e l’architetto durano 14 anni, nel corso dei quali Wright difese tenacemente la sua idea e nel 1957 iniziarono i lavori.

Il museo fu aperto al pubblico il 21 ottobre 1959, ma né Guggenheim né Wright poterono assistere all’inaugurazione, infatti Guggenheim era morto nel 1949 e Wright il 9 aprile 1959, pochi mesi prima della fine dei lavori.

Tra il 1990 e il 1992 il museo fu restaurato e ampliato e alla struttura originale venne aggiunta la Tower Gallery, una torre che seguì in parte alcuni disegni originali di Wright.

Il Guggenheim Museum è considerato un capolavoro dell’architettura contemporanea, un’opera d’arte.

In seguito altre sedi del museo Guggenheim furono aperte in tutto il mondo, come il Guggenheim Museum di Bilbao, progettato dall'architetto Frank Gehry.

Nel tempo la collezione del museo è stata ampliata grazie ad altre collezioni private, la Tannhauser Collection, offerta dal mercante d’arte tedesco Thannhauser, la collezione di quadri espressionisti tedeschi di Karl Nierendorf, la raccolta di dipinti e sculture di Katherine Dreier e la collezione di Minimal Art Americana degli anni Sessanta e Settanta del conte Giuseppe Panza di Biumo, oltre ale acquisizioni fatte dai direttori e funzionari del museo, come le opere di Roy Lichtenstein e di Joseph Beuys.

E’ un patrimonio così grande, quello del Guggenheim Museum, che viene esposto solo parzialmente e a periodi alterni, oltre ad ospitare anche importanti mostre temporanee.

Copyright © PaviaFree.it, il blog di Pavia e provincia IT11086080964 Supplemento plurisettimanale del quotidiano digitale MilanoFree.it