Sulle ali di una colomba a Pavia

  • Paola Montonati

sognare una colombaDomenica 26 gennaio a Pavia si terrà un viaggio alla scoperta dei suoi dolci.

Dolci che hanno una storia legata al luogo di fondazione di Ticinum, nome antico di Pavia, scelto su indicazione divina attraverso l’azione di un gruppo di colombi, simbolo della Pasqua.

A un miracolo legato a una dolce colomba si deve il salvataggio della città dalla furia delle truppe longobarde di Re Alboino, ma altri dolci tradizionali della città condividono con la colomba il destino di un’origine rintracciabile nella topografia e negli eventi storici della città e un’aurea mitica concessa da un intervento ultraterreno.

Saranno proprio i dolci della tradizione pavese ad aprire Pavia Culinaria, una serie di visite guidate con degustazioni a tema dedicate alla scoperta della Città delle Cento Torri.

La partenza sarà dai quartieri longobardi della città per visitare San Michele Maggiore, scrigno romanico luogo delle incoronazioni regie, oltre che per degustare la famosa colomba di re Alboino.

Si proseguirà poi con i luoghi legati alla storia del Santo Patrono Siro, che riposa nel Duomo rinascimentale, e cui la città ha dedicato il Pan di Spagna ricoperto di glassa al cioccolato che si potrà gustare vicino alla quarta cupola più grande d’Italia.

La visita si concluderà tra i cortili storici dell’Università di Pavia, nella cui epoca d’oro fu ideata per una scommessa la ricetta della torta Paradiso, vinta dal pasticcere Vigoni, la cui pasticceria storica di fronte all’Ateneo è da più di due secoli il cuore goloso in cui gustare questo dolce della tradizione.

Il punto di ritrovo per i partecipanti sarà l’imbocco sud di Via Alboino all’incrocio con l’area di parcheggio di Via Porta Damiani, mentre il check point per la registrazione dei partecipanti sarà aperto dalle 14.

L’attività è a numero chiuso per un massimo di trenta partecipanti e soggetta a una prenotazione possibilmente entro sabato 25 gennaio e all’adesione all’associazione Calyx, effettuabile sul posto prima della visita guidata, infatti, la tessera sarà disponibile domenica al banchetto dell’associazione senza costi aggiuntivi.

La quota di partecipazione individuale inclusiva di tutte le attività descritte e degustazioni per gli adulti sarà di 25 euro da versare alla partenza e per i bambini sotto gli 8 anni gratis.

Pavia

Pavia, la nostra Pavia

Copyright © PaviaFree.it, il blog di Pavia e provincia IT11086080964