• Home
  • EVENTI
  • Piani del Lesima Ferragosto in Alto Oltrepo 2016

Piani del Lesima Ferragosto in Alto Oltrepo 2016

  • Paola Montonati

mec piano lesima 2016 1Per lunedì 15 agosto, il giorno di Ferragosto,  il Mercatino Enogastronomico della Certosa di Pavia dalle 9 alle 19 si sposterà in un contesto molto suggestivo a pochi chilometri dal borgo e dal Passo del Brallo, nella località Piani del Lesima a Sport Hotel Prodongo, che per quest’occasione aprirà al pubblico il suo centro benessere.

Il Mercatino Enogastronomico della Certosa di Pavia presenterà una selezione dei suoi produttori che offriranno le loro eccellenze e le loro tipicità in uno scenario magnifico, con faggi secolari e sorgenti di acqua fresca, dominato dai 1724 metri del Monte Lesima e punto di partenza per affascinanti percorsi di trekking e per la Via del Sale.

Ci saranno formaggi e mostarde, il salame di Varzi e, dalla Lomellina, il salame d’oca e il riso,  il vino dell’Oltrepo, birra artigianale, lo zafferano, i distillati, le offelle di Parona, oltre a verdura di stagione tra cui cipolle e patate dell’Oltrepo Pavese e l’archeo-gastronomia, eccellenze gastronomiche medievali e rinascimentali come l’idromele, birre celtiche, confetture di frutti dimenticati, giuggiole, corniole.

Il Monte Lesima è la cima più nota dell'Appennino poiché, con i suoi 1724 metri di altitudine, è la vetta più alta del crinale che separa la provincia di Pavia con quelle di Piacenza, Genova, Alessandria, diventando un crocevia tra 4 regioni (Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte, Liguria) dominato da un maxi radar utilizzato per il controllo del traffico aereo e posizionato in vetta negli anni novanta.

Questo monte da un lato ha pendii dolci ricoperti da boschi e da pascoli, dall'altro una parete a precipizio di rocce stratificate.

Questi luoghi videro nel 218 a. C il passaggio di Annibale, che era reduce dal successo nella battaglia del Ticino contro i Romani e si stava dirigendo a sud, transitando proprio dal Brallo.

Annibale approfittò di questa sosta per studiare il percorso da seguire e, con un gruppo di soldati, salì sulla cima più alta dell'Appennino, proprio il Monte Lesima.

Giunti sulla vetta Annibale indicò la Valle Trebbia come obiettivo su cui puntare, come, in effetti, avvenne.

Sulla salita di Annibale sul Monte Lesima c’è anche la leggenda secondo la quale Annibale, durante la perlustrazione del monte cadde da cavallo riportando una ferita alla mano da cui derivò il toponimo Lesima, cioè Lesa manus.

Pavia

Pavia, la nostra Pavia

Copyright © PaviaFree.it, il blog di Pavia e provincia IT11086080964