Pavia: Com’è fatto il riso?

  • Paola Montonati

riso scotti 1Tra il 22 e 23 maggio, per la prima volta nella sua storia, la Riso Scotti di Pavia, uno dei fiori all’occhiello dell’economia agroalimentare pavese, aprirà le sue porte a grandi e piccini, dalle 8.30 fino alle 12.30, per scoprire com’è lavorato il riso in un grande complesso industriale, dal chicco grezzo fino al momento in cui viene venduto nei supermercati.

Come dice il volantino che pubblicizza l’evento “Da mulino nella campagna pavese a polo tecnologico tra i più avanzati in Europa. Da semplice riseria a gruppo industriale alimentare. Dal 1860 Riso Scotti è uno dei fiori all’occhiello del made in Italy. Con un fermo obiettivo: valorizzare la materia prima e garantire la qualità alimentare”.

L’idea della manifestazione deriva dal programma Com’ è fatto, attualmente in onda su Dmax, che spiega come sono prodotti e immessi sul mercato tutti i cibi più strani ed esotici della cucina americana, dagli hamburger fino ad arrivare ai lecca lecca, passando per il mondo della Coca Cola e delle cheesecake, le torte dolci al formaggio.

Nel corso della visita, il percorso si soffermerà sull’accettazione delle materie prime, con il controllo del risone e la lavorazione del riso parboiled e quello bianco, fino ad arrivare alla produzione dei risotti pronti e delle bevande veg, una delle novità della Scotti.

Ma sarà anche una buona occasione per visitare il nuovo polo tecnologico della Riso Scotti, che è stato eretto nel 2004 vicino a Pavia, dove c’è un piano di sviluppo della produzione legato al controllo totale della filiera alimentare.

Per iscriversi alla manifestazione occorre telefonare al numero 0382 – 5088273 fino al mattino del 22 maggio. 

Pavia

Pavia, la nostra Pavia

Copyright © PaviaFree.it, il blog di Pavia e provincia IT11086080964 Supplemento plurisettimanale del quotidiano digitale MilanoFree.it