• Home
  • EVENTI
  • Oltre lo sguardo. Volti e ritratti nella pittura italiana tra Quattro e Cinquecento. Antonello da Messina a Pavia

Oltre lo sguardo. Volti e ritratti nella pittura italiana tra Quattro e Cinquecento. Antonello da Messina a Pavia

  • Paola Montonati

17298 170 antonello620Il Ritratto d'uomo Malaspina di Antonello da Messina torna a Pavia, al Castello Visconteo, con un capolavoro del maestro messinese, il Ritratto d'uomo che Vincenzo Consolo trasformò nell'Ignoto Marinaio, del Museo della Fondazione Mandralisca di Cefalù, sede dell'ultima esposizione conclusasi il 26 novembre, per una grande mostra dell’inverno pavese.

L'esposizione del Castello Visconteo sarà intitolata Oltre lo sguardo. Volti e ritratti nella pittura italiana tra Quattro e Cinquecento. Antonello da Messina a Pavia, che si terrà dal 6 dicembre al 29 marzo 2020, organizzata e promossa da Comune di Pavia – Settore Cultura, Musei Civici, in collaborazione con Comune di Cefalù, Fondazione Culturale Mandralisca di Cefalù e il contributo di Fondazione Cariplo, Fondazione Comunitaria della Provincia di Pavia e Associazione Amici dei Musei e dei Monumenti pavesi.

La mostra racconta un importante percorso sul ritratto nell'epoca tra Quattrocento e Cinquecento, affrontato dal professor Carlo Giovanni Federico Villa, curatore della grande mostra dedicata al messinese a Palazzo Reale di Milano.

Di questo è un simbolo proprio il Ritratto d'uomo di Cefalù, dove il pittore sembra addentrarsi nei moti dell'anima, con l'espressione indecifrabile, enigmatica e beffarda simile a quelle della Gioconda di Leonardo.

I due ritratti di Antonello fanno parte di un percorso che comprende opere della pittura in Lombardia e nelle Fiandre, appartenenti alla Pinacoteca dei Musei Civici di Pavia, collocando il messinese nell'evoluzione del genere del ritratto giunta fino ai pittori del Rinascimento lombardo e oltre. 

Con Oltre lo sguardo al Castello VisconteoLooking for Monna Lisa al Broletto, Santa Maria Gualtieri e Castello Visconteo, Pavia sarà un palcoscenico per un’imperdibile esperienza immersiva nell’arte e nelle sue suggestioni dal Quattrocento ai nostri giorni.

La mostra sarà aperta tutti i giorni dalle 10 alle 18, tranne il martedì, il 25 e 26 dicembre e il 1 gennaio.

Il biglietto intero costerà 4 euro ed è gratuito per gli under 26, over 70 e i possessori di Abbonamento Musei Lombardia Milano.

Pavia

Pavia, la nostra Pavia

Copyright © PaviaFree.it, il blog di Pavia e provincia IT11086080964