Note Barocche

“Note barocche”
coro scarlatti
Rassegna di musica barocca all’Almo Collegio Borromeo
Ultimo doppio appuntamento con la rassegna “Note Barocche”all’Almo Collegio Borromeo.
Giovedì 15 novembre, alle ore 18, incontro-lezione sul compositore John Dowland, una guida all’ascolto in preparazione al concerto con ascolti musicali e analisi di alcune tra le sue composizioni. Il tema dell’incontro sarà la vita e l’opera del compositore inglese (di recente interpretato anche da Sting), liutista di corte presso Cristiano IV di Danimarca e alla corte reale londinese, tra le maggiori personalità di spicco dell’ambito musicale elisabettiano e post-elisabettiano.
Martedì 20 novembre, alle ore 21 nel meraviglioso contesto della Sala degli Affreschi del Collegio Borromeo, il controtenore Roberto Balconi e il liutista Giangiacomo Pinardi proporranno il concerto “English Melancholy: tristezza e nostalgia nelle songs di Dowland e nella tradizione popolare inglese” imperniato sul connubio tipicamente britannico tra le song di John Dowland e i brani popolari di lingua inglese, eseguiti nella peculiare formazione quasi intimistica di voce e liuto. In un contesto, quello Elisabettiano, in cui il liuto è strumento principe, e il canto dà voce a poemi di rara bellezza o a delicati versi della tradizione popolare, accomunati dal tono malinconico che contraddistingue la cultura e la letteratura del ‘600 inglese. Il concerto sarà caratterizzato da atmosfere notturne (Come heavy sleep), a volte spettrali (In darkness let me dwell), nostalgiche (The water is wide), introspettive e meste (The Sally Gardens – Now, o now a needs must part) oppure amorose (Come again). Saranno presentate, inoltre, raffinate melodie popolari che nulla hanno da invidiare alle arie di Dowland e songs del compositore inglese composte su temi popolari (Now, o now I needs must part – Can she excuse my wrongs). Tra i brani per liuto, Semper Dowland semper dolens, emblema dell’indole melanconica del compositore e danze di sapore popolaresco (Sir John Smith’s Almain).
Il contraltista Roberto Balconi, collabora con i maggiori direttori di musica antica della scena musicale mondiale (tra i quali J. E. Gardiner, M. Minkowski, A. Curtis, O. Dantone, G. Leonhardt, Rinaldo Alessandrini) esibendosi per i più prestigiosi festival internazionali di Musica Antica e teatri d’opera (BAM Theatre New York, London Queen Elizabeth Hall, Wiener Konzerthaus, Opera de Lyon, Musica e Poesia a San Maurizio Milano, Teatro La Fenice, Berkeley Festival). Da qualche anno affianca all’attività vocale quella di direttore.
Il liutista Giangiacomo Pinardi svolge intensa attività concertistica in Italia e all'estero (Europa, Stati Uniti, Sudamerica, Cina, Hong-Kong, Corea) in formazioni specializzate nel repertorio rinascimentale e barocco (Europa Galante, con cui collabora stabilmente dal 2002, I Barocchisti, Accademia San Felice, Arte Resoluta, Curtes Francae, tra gli altri).
Il concerto si tiene nell’ambito della rassegna “Note Barocche”, rassegna di musica barocca promossa dal Collegio Borromeo con il contributo della Fondazione Comunitaria della provincia di Pavia e in partenariato con l’associazione De Harmonia Mundi di Pavia. L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti disponibili.

Pavia

Pavia, la nostra Pavia

Copyright © PaviaFree.it, il blog di Pavia e provincia IT11086080964