• Home
  • EVENTI
  • Facce di Bronzo a Pavia: una camminata alla ricerca dei monumenti storici bronzei

Facce di Bronzo a Pavia: una camminata alla ricerca dei monumenti storici bronzei

  • Paola Montonati

facce bronzoSabato 15 maggio, Oltre Confine Onlus a Pavia proporrà la visita guidata Facce di Bronzo, una camminata per la città alla ricerca dei monumenti storici bronzei, della loro storia e delle loro curiosità.

Dopo una breve introduzione sull’arte bronzistica, che affonda le sue origini indietro nel tempo, l’itinerario porterà i partecipanti a scoprire i monumenti bronzei legati a personaggi illustri, eventi storicamente noti o raffigurazioni animali, attraversando Pavia da sud a nord.

Ad esempio a Pavia, in piazza del Municipio, è presente una statua in bronzo che raffigura l’Imperatore romano Augusto e un monumento in bronzo è dedicato all’amico più fidato dell’uomo, il cane, voluto dall’avvocato e cinofilo Giacomo Griziotti.

Si racconterà di molti protagonisti storici e degli artisti che hanno forgiato le opere, come il celeberrimo scultore Francesco Messina, che a Pavia ha più volte lasciato un’importante traccia della sua arte.

L'8 dicembre 1937, per la ricorrenza del bimillenario della fondazione dell'impero di Augusto, fu inaugurata in piazza Duomo al cospetto di molte autorità cittadine, delle alte gerarchie, del podestà Angelo Nicolato e del Ministro Bottai, la statua equestre del Regisole, ideata da Messina, una scultura bronzea sostenuta da un alto piedistallo in travertino.

Già nel 1935 il direttore del Museo Civico pavese Renato Soriga, in occasione delle celebrazioni del bimillenario della fondazione dell'impero di Augusto previste per il 1937, propose di far realizzare un nuovo gruppo scultoreo.

Fu commissionata a Francesco Messina, affermato scultore e direttore dell'Accademia di Brera, la realizzazione di una statua di bronzo su piedistallo in travertino, alta nel complesso non meno di sei metri, pagata 65.000 lire e consegnata entro il 18 ottobre, l'inaugurazione avverrà l'8 dicembre 1937.

L'attuale statua, ispirata all'antico simulacro romano del Regisole, rappresenta un cavaliere dalla postura fiera ed elegante, sbarbato e con i capelli ricci, che indossa i calzari, una tunica breve drappeggiata con maniche corte, stretta in vita dal cingulum e un mantello trattenuto sulla spalla da una fibbia, mentre reca il braccio destro levato, per attirare l'attenzione, nel gesto tradizionale dell'adlocutio e il sinistro flesso al gomito e portato in grembo.

Il cavallo, dalla resa anatomica molto curata nella muscolatura, con criniera e coda ben disegnate, è privo di bardatura e di sella, tiene la zampa anteriore sinistra sollevata, mentre la destra poggia saldamente al terreno e la zampa posteriore destra leggermente sollevata che giustificherebbe l'andatura al passo.

La statua poggia su un basamento a colonna liscia sormontata da un capitello-plinto sgusciato e base a due gradoni.

    Le tappe del percorso saranno Lavandaia del Ponte Coperto, Regisole di Piazza Duomo e citazione della Minerva, Monumento Fratelli Cairoli in Piazza del Lino, monumento ad Augusto in piazza del Municipio, e monumento ai cani da caccia del Castello Visconteo.

Il costo sarà di 10 euro a persona, la prenotazione è obbligatoria scrivendo a [email protected] o telefonando al numero 3311905700.

Copyright © PaviaFree.it, il blog di Pavia e provincia IT11086080964 Supplemento plurisettimanale del quotidiano digitale MilanoFree.it