Gli asparagi di Cilavegna

  • Paola Montonati

sagra dell asparago a cilavegnaCilavegna, un piccolo comune della provincia di Pavia, è nota per le sue terre umide e sabbiose, particolarmente adatte alla coltivazione degli asparagi, ortaggi di origini asiatiche, che da più di cinquecento anni sono conosciuti in questa zona per la loro tenerezza e per il loro sapore delicato e raffinato.

Infatti, l’Asparago di Cilavegna, bianco e di notevoli dimensioni, con il suo aroma estremamente delicato e molto persistente può essere tranquillamente consumato anche crudo e lascia un’impressione tenue ma riconoscibile, che rende possibili vari accostamenti gastronomici sia per affinità che per contrasto.

Per queste sue caratteristiche è usato in preparazioni elaborate come quiche e mousse, creme e gelati, e addirittura dolci da forno come la Laumellinum, nata dall’arte di un artigiano pasticcere, per preservare questo prodotto dalla tradizione secolare.

I campi in cui si coltiva l’asparago sono chiamati aspargiate, e il raccolto avviene in primavera, da marzo a maggio.

Già negli anni Sessanta nel Pavese esistevano gruppi di asparagicultori, che diedero vita alle prime sagre dell’asparago.

Grazie alla tenacia del professor Roberto Rampi, alla guida della Pro Loco da qualche anno, dato che la coltivazione dei pioppeti stava riscuotendo poco interesse, si sentì nel paese la necessità di intensificare quella dell’asparago da parte dei proprietari di piccoli appezzamenti di terreno.

Così, dopo aver consultato la Camera di Commercio e l’Amministrazione Provinciale, il professore, con la collaborazione dell’ingegnere Giovanni Massara, proveniente da una famiglia di esperti coltivatori, il 21 marzo 1987 indisse una riunione presso la sala consiliare del Comune, con tutti i produttori, dove venti persone diedero la propria adesione e alla presenza di un notaio firmarono un atto costitutivo.

Nacque così il Consorzio Produttori Asparagi Cilavegna, che a tutt’oggi, anche se con varie difficoltà, continua il suo cammino.

Secondo la tradizione, l’asparago ha poteri magici e medicamentosi, aiuta a combattere il mal di denti ed è un antidoto contro il veleno, oltre a godere di proprietà diuretiche e, soprattutto, favorisce l’amore.
Ogni anno, nella seconda domenica di maggio, la Pro Loco di Cilavegna organizza la Sagra dell'Asparago, che, da trent'anni, offre ai turisti varie degustazioni gastronomiche e molti eventi folcloristici.

Naturalmente quest’anno l’emergenza sanitaria non consente lo svolgimento della sagra, ma non ci impedisce certo di gustare i prelibati asparagi di Cilavegna.

Pavia

Pavia, la nostra Pavia

Copyright © PaviaFree.it, il blog di Pavia e provincia IT11086080964