• Home
  • Eventi
  • Duecento anni per il Museo di Archeologia a Pavia

Duecento anni per il Museo di Archeologia a Pavia

  • Paola Montonati

17382 170 aldini620Nel 2020, il Museo di Archeologia dell'Università di Pavia, in Corso Strada Nuova 65, compie 200 anni.

Tutto iniziò nel 1818, quando Pietro Vittorio Aldini partecipò al bando di concorso per la prima cattedra di Archeologia istituita presso l'Università di Pavia, con il nome di cattedra di Archeologia, Numismatica, Diplomatica e Araldica.

Aldini fu cosi chiamato e l'anno seguente prese servizio, poi nel 1820 attivò, con il nome di Gabinetto di antiquaria, una raccolta di manufatti antichi per uso didattico, oggi parte del Museo di Archeologia, considerate una delle più antiche raccolte archeologiche universitarie in Italia.

Il Museo espone attualmente diversi materiali, rappresentativi di varie civiltà e di varie epoche, dalla preistoria al tardo antico, seguendo il principio didattico - scientifico stabilito fin dalle origini dal suo fondatore.

Si segnalano le terrecotte votive etrusche, una raccolta di ceramica dipinta e figurata, una serie di bronzetti e suppellettili bronzee, elementi architettonici ed epigrafi, una ricca collezione numismatica e opere scultoree, tra le quali spicca la bella testa dell’Afrodite Sosandra.

All’inizio del Novecento, la raccolta si arricchì di una collezione di gessi (Gipsoteca) che comprende circa una trentina di calchi di significative opere scultoree dell’arte greca.

Ma chi era Aldini? Quali furono le prime sedi del Museo? Quali furono i primi reperti ad essere acquisiti? Come si ampliò la raccolta?

Per rispondere a queste domande nella ricorrenza del bicentenario, il Museo sarà aperto sabato 18 gennaio, dalle 15.30 alle 18.30, con una  visita guidata gratuita alle 16.30.

Il biglietto d’ingresso intero costerà 3 euro, ridotto 1,50 euro ed è gratuito per gli studenti Unipv, under 13, diversamente abili, guide turistiche, giornalisti, i membri di Nati con la cultura, ICOM, soci ANMS, utenti nel giorno del loro compleanno.

Maggiori info si possono avere scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pavia

Pavia, la nostra Pavia

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.