• Home
  • Cucina
  • Altri dolci natalizi: Crepelle di Natale

Altri dolci natalizi: Crepelle di Natale

  • Paola Montonati

img 1009Nelle tavole natalizie calabresi non manca mai la Crespella, o Crespeddha, una specie di grossa frittella arrotolata su se stessa ripiena d’ingredienti come i pomodori secchi, le alici, la ricotta fresca di pecora o le sarde salate.

Ma le crespelle possono essere anche in versione dolce, immerse nel miele e ricoperte da una spolverata di cannella o di un finissimo strato di zucchero grezzo.

La preparazione dell’impasto ha un rituale preciso fatto di tempi e modi che, se rispettati alla perfezione, le conferiscono un gusto croccante fuori e soffice all’interno.

Tre sono le regole da rispettare, bisogna preparare la pasta lievitata la sera prima e lasciarla riposare tutta la notte avvolta da un panno di lana, poi impastare battendo la pasta contro le pareti del recipiente finché la pasta non si distaccherà dai bordi e una volta nell’olio di frittura, si deve togliere la crespella con un grosso mestolo non appena la crosta diventa dorata, non un secondo di più né di meno.

Per fare delle buone crespelle occorre un kg di farina 00, un bicchiere di vino bianco, un bicchiere di olio di semi, un cucchiaio di zucchero, un pizzico di sale, cinque uova, zucchero a velo o miele e

altro olio di semi per friggere.

Si comincia la preparazione mettendo la farina sulla spianatoia, per poi aggiungervi il sale e un cucchiaio abbondante di zucchero, infine si mescolano gli ingredienti secchi, dopo di che vi si devono unire le uova, l’olio e il vino, un pò alla volta, infatti la pasta dovrà risultare elastica.

Prendete la pasta e con un mattarello stendete delle sfoglie, facendo attenzione a non creare pieghe, in modo da avere una sfoglia molto sottile di 1 mm o anche più sottile.

Con la rotella dentata del tagliapasta fate tante strisce di sfoglia della larghezza di circa 3 cm e lunghe circa 15/20 cm, poi, con le dita, pizzicate le strisce di pasta ogni 3/4 cm iniziando da un’estremità e nel frattempo si deve la crespella formando una spirale.

Una volta che tutte le crespelle saranno pronte, fatele friggere in olio di semi, sempre girandole da entrambi i lati, poiché la pasta deve fare le bolle durante la friggitura, poi posatele in un recipiente abbastanza capiente con della carta assorbente sul fondo.

Lasciate raffreddare e servite le crespelle cosparse di zucchero a velo oppure irrorate di miele, come dolce di fine pasto.

Pavia

Pavia, la nostra Pavia

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.