• Home
  • Cronaca
  • Regione Lombardia: ulteriori 6,6 milioni di euro ai piccoli comuni, per finanziare opere di difesa del suolo. 2.430.044 euro destinati alla provincia di Pavia

Regione Lombardia: ulteriori 6,6 milioni di euro ai piccoli comuni, per finanziare opere di difesa del suolo. 2.430.044 euro destinati alla provincia di Pavia

  • Paola Montonati

74962796 464278887539511 4083452088091148288 nRegione Lombardia, su proposta dell'assessore agli Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni Massimo Sertori, ha stanziato ulteriori 6,6 milioni di euro per finanziare azioni di prevenzione e di messa in sicurezza del reticolo idrico minore e per il ripristino di dissesti pericolosi. Attraverso il bando, attivato lo scorso 2 settembre e chiuso il 24 settembre, Regione Lombardia è intervenuta a supporto degli enti locali cofinanziando, con i primi 10 milioni di euro, i Comuni con popolazione sino a 15.000 abitanti che realizzano interventi e opere di difesa del suolo e regimazione idraulica per ripristinare situazioni di dissesto o danni causati o indotti da fenomeni naturali.

"Visto il grande successo che ha riscontrato il bando - ha commentato l'assessore Massimo Sertori - abbiamo reperito risorse aggiuntive portando così la dotazione complessivamente disponibile a oltre 16,6 milioni di euro. Grazie a questo importante stanziamento è stato possibile, per ora, finanziare quindi complessivamente 196 Comuni lombardi".

Le richieste di contributo hanno superato i 32 milioni di euro e, a esito delle istruttorie espletate dagli Uffici Territoriali Regionali, sono risultate finanziabili le proposte di 406 Comuni su 410.

"Allargando la platea dei Comuni destinatari del finanziamento - ha sottolineato Sertori - Regione Lombardia intende ancora una volta dimostrare la sua particolare sensibilità e vicinanza verso gli Enti locali. Da oggi lavoreremo per reperire risorse idonee al finanziamento di tutti gli interventi proposti. Gli Uffici Territoriali Regionali, che ringrazio per la professionalità dimostrata, restano a disposizione per accompagnare i Comuni nelle fasi di attuazione del bando. Oltre agli interventi di gestione del dissesto idrogeologico vogliamo tenere alta l'attenzione verso azioni di manutenzione del territorio, per scongiurare danni non solo a cose ma anche a persone. Vorrei sottolineare l'importanza di questo risultato, ottenuto in tempi assai brevi, che sostiene con somme ingenti le reali esigente e necessità riscontrate dai Sindaci e dalle comunità locali in materia di sicurezza idraulica".

"Ancora una volta la Regione Lombardia dimostra concretamente la sua volontà nel sostenere i comuni lombardi, mettendo a disposizione ingenti risorse economiche per finanziare azioni di prevenzione e di messa in sicurezza del reticolo idrico minore e per il ripristino di dissesti pericolosi". Lo ha sottolineato il sottosegretario alla Presidenza con delega ai Rapporti con il Consiglio regionale, Fabrizio Turba, commentando il nuovo bando attraverso il quale la Regione Lombardia, su proposta dell'assessore agli Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni Massimo Sertori, ha stanziato ulteriori 6,6 milioni di euro per finanziare interventi di questo tipo.

"Si tratta di una problematica - ha proseguito il sottosegretario - particolarmente sentita nel territorio comasco. Era dunque importante intervenire in tale direzione. Una misura che ha riscontrato particolare interesse tra i comuni comaschi, come dimostrano i 23 progetti finanziati per un totale di 2.015.371 euro di investimenti".

In provincia di Pavia sono stati finanziati 28 progetti per un totale di 2.430.044 euro così suddivisi:

Fortunago 99.918 euro, Montesegale 99.759 euro, Rocca Susella 99.917 euro, Bagnaria 21.444 euro, Menconico 90.000 euro, Canneto Pavese 89.928 euro, Montescano 84.600 euro, Ponte Nizza 91.468 euro, Val Di Nizza 89.857 euro, Pancarana 100.000 euro, Volpara 90.000 euro, Cecima 99.034 euro, Rea 89.190, Varzi 86.035 euro, Brallo di Pregola 90.297 euro, Romagnese 99.527 euro, Zavattarello 99.946 euro, Arena Po 49.500 euro, Pietra de' Giorgi 90.000 euro, Montalto Pavese 90.000 euro, Godiasco 98.224 euro, Cervesina 47.700 euro, Golferenzo 89.668 euro, Montecalvo Versiggia 45.000 euro, Torre D'Isola 100.000 euro, Colli Verdi 100.000 euro, Verrua Po 99.026 euro, Santa Maria della Versa 100.000 euro.

Pavia

Pavia, la nostra Pavia

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.