• Home
  • Cronaca
  • Milano Fashion Week settembre 2019: tanti i dati positivi, 4600 nuovi posti di lavoro. Al Micam premiato un calzaturificio di Vigevano

Milano Fashion Week settembre 2019: tanti i dati positivi, 4600 nuovi posti di lavoro. Al Micam premiato un calzaturificio di Vigevano

  • Paola Montonati

71907639 2433792430280081 1633182200729960448 nDici Milano e dici lavoro. Dici Milano e dici Moda. A Milano, la moda è lavoro, è business, è arte, design, storia, cultura, stile, coniugata al lavoro, all'occupazione, non solo nel settore interessato, ma un grandissimo volano d'affari per tutto il sistema. Aeroporti, treni, taxi, ristoranti, alberghi e molto altro ancora.

Sono stati pubblicati nelle ultime ore i dati ufficiali delle manifestazioni che compongono nel loro insieme la Fashion Week milanese, che la vede integrata anche con il Micam e Mipel, rispettivamente il più importante evento espositivo internazionale dedicato al mondo della calzatura e quello delle borse e pelletteria.

Milano mai come quest’anno ha regalato ai suoi partecipanti decine e decine d’iniziative diverse, non solo fiera e affari, ma tanti eventi collaterali, come mostre, incontri concerti.

Attività che nel giro di poco più di una settimana non hanno solamente riempito le strutture ricettive, i locali e le strade della città, ma ha anche permesso nel solo ultimo mese 4.600 nuove collaborazioni lavorative, solo nel settore tessile-abbigliamento.

Dal manager, alle interpreti, al commesso all’operaio del tessile-calzaturiero, il 10% del totale dei nuovi contratti stipulati in città portano la firma della moda, che si vanno a sommare agli oltre 91 mila addetti già impiegati nelle oltre 13 mila imprese del settore, capaci di muovere un giro di affari superiore ai 20 miliardi di euro.

Per quanto riguarda il contesto del nostro territorio pavese, buon le notizie che arrivano dal Micam. dove erano impegnate diverse aziende vigevanesi. Ricordando che il Micam, nasce nei primi anni Trenta, proprio a Vigevano con il nome di Settimana Vigevanese. Negli ultimi anni Sessanta, divenne Mostra Mercato delle Calzature e si trasferì a Milano.

Sono diverse le aziende di vigevanesi che partecipano alla fiera tra cui Moreschi, Calzaturificio Pezzana, Cerutti, Ester, Gravati Mario, Hego's Milano, Lusar, Marina Militare distribuito da Maxenworld e Speroni. Particolare menzione per B.A.V. Shoes, premiata insieme ad altre 11 aziende per il 50° anno di partecipazione all’evento, che opera per contro proprio e per altri marchi.

L'88ª edizione del Micam, ha chiuso con successo, con la presenza di 44.076 operatori, di cui il 60% internazionali, che hanno potuto scoprire le proposte di ben 1303 aziende espositrici.

La crescita è stata del +0,94% sui singoli ingressi rispetto al febbraio 2019. In particolare, è stato registrato un aumento del quasi 2% degli esteri, mentre gli italiani calano dello 0,55%.

Sul fronte internazionale confermata una forte presenza dalla Cina e da Hong Kong. Rilevante anche il +10% registrato dalla Svizzera. In tenuta sostanziale i mercati tradizionali europei, mentre calano a doppia cifra dalla Russia (-12,85%) e Ucraina (-8,68%), anche per via delle sanzioni e restrizioni che durano ormai da diversi anni.

Boom di presenze per la 116esima edizione di Mipel. Il salone dedicato alla pelletteria ha infatti messo a segno un poderoso +19% di visitatori rispetto allo scorso settembre. Questa edizione è stata spinta soprattutto dal forte incremento di buyer provenienti dall’Ue e dai principali mercati mondiali di riferimento della pelletteria italiana.

In particolare, per quanto riguarda il mercato europeo, un forte incremento di visitatori provenienti da Germania (+27,8%), Spagna (+23,1%), Regno Unito (+19,4%), Svizzera (+13,22%) e Francia (+8,44%). Quanto, invece, ai mercati extra-Ue, sono da evidenziare le performance fatte registrare dai buyer provenienti da Corea del Sud (+17,5%) e Cina (+6,36%). Il Giappone si conferma il primo Paese ‘visitatore’ di Mipel, seguito dalla Federazione Russa, ma anche qui le sanzioni economiche hanno la loro rilevanza. In leggero calo le presenze di visitatori statunitensi (-2,76 per cento). Gli italiani sono cresciuti del 12,3 per cento.

Fashionweek con le due fiere aggregate Micam e Mipel, è una manifestazione in grado di mettere Milano al centro del mondo per una settimana intera, con il mondo che si è riversato a Milano. Ma anche un modo per far conoscere la Milano che c’è al di fuori delle strade della moda, portando attenzione e vitalità in tutti i quartieri della città, attraverso gli eventi temporanei, che sono riusciti a rigenerare zone urbane come Tortona e Ripamonti.

Un evento sempre più di respiro internazionale, non solo per quanto riguarda il prodotto Fashion Week nel suo insieme, ma anche per quello che muove e significa a livello turistico e urbano non solo Milano ma un po' tutto il territorio lombardo, considerato che poi molti operatori si spostano anche per eventi e presentazioni in aziende, un po' ovunque anche nei giorni successivi alla chiusura ufficiale della Settimana della Moda. E alcuni poi si fermano per alcuni giorni di vacanza sempre in Lombardia, con il Lago di Como, Franciacorta e Garda come mete preferite, non disdegnando poi giri nelle città d'arte del territorio.

La prossima edizione di Micam e Mipel sono in programma dal 16 al 19 febbraio 2020, con le collezioni donna autunno-inverno 2020/2021.

Pavia

Pavia, la nostra Pavia

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.