• Home
  • Cronaca
  • Un nuovo progetto per il turismo della Lomellina e del Monferrato

Un nuovo progetto per il turismo della Lomellina e del Monferrato

  • Paola Montonati

71777578 2420238081358877 2860210677379760128 oProvince e regioni diverse per promuovere il turismo in un bacino geografico di 7 milioni di abitanti. È questa, in sintesi, la direzione del Protocollo operativo d’intesa del Progetto VIAE siglato martedì 1 ottobre, da Sistema Monferrato, ATL Alexala Alessandria & Monferrato, GAL Risorsa Lomellina ed Ecomuseo del Paesaggio Lomellino presso la Tenuta San Giovanni di Olevano (PV).

L’accordo vede diversi aspetti sullo sviluppo turistico nel contesto territoriale della Lomellina e il Monferrato, all’interno del triangolo industriale Milano-Torino-Genova, con le capacità attrattive dei due territori, complementari fra loro, valorizzandone la ricchezza culturale ed enogastronomica.

Nell’intervento al centro del Protocollo operativo figurano vale a dire le possibilità legate alle colture tipiche e alle caratteristiche naturali di entrambe le aree geografiche del Riso e le Terre d’acqua, percorsi cicloturistici ed escursionistici tra i due territori, esperienze trasversali legate a cibo e arte, eventi e kermesse, formazione degli operatori.

Così Lomellina e Monferrato uniranno le forze per coinvolgere a 360 gradi tutti gli aspetti turisticamente spendibili già presenti, ma soprattutto di formulare di nuovi.

Il presidente di GAL Risorsa Lomellina, Stefano Leva, dice che “il lavoro iniziato quasi dieci anni fa, con l’aggregazione delle strutture ricettive sotto il marchio ombrello Lomellina Terra del Cuore. In Lomellina ci sono eccellenze puntuali, come i castelli, il paesaggio in primavera, i percorsi, i prodotti tipici, ma è soprattutto come insieme che genera quella sensazione di sorpresa che è alla base della sua attrattiva. A un’ora di auto dai principali centri metropolitani, e in stretta connessione con territori complementari per offerta, possiamo far entrare le nostre strutture in pacchetti turistici articolati, in modo da aumentare presenze, tempo di permanenza e interesse per le produzioni agroalimentari”.

72323436 2420236684692350 1362599291146731520 oQuesta iniziativa è molto convincente perché ha in sé parecchi elementi di concretezza, oltre ad aprire orizzonti interessanti per il territorio lomellino, per dare un contributo significativo a quel processo di promozione delle peculiarità locali che l’Ecomuseo sta perseguendo da tempo, così da dare alla Lomellina una vetrina adeguata alle sue potenzialità.

Il presidente di Alexala, Pierluigi Prati, sostiene che “Siamo convinti che lavorare su piani di marketing interterritoriali, creando prodotti di area su contenuti comuni, sia una delle nuove e moderne strade per la gestione e lo sviluppo turistico della nostra provincia. Del resto, il territorio non cambia, è lì da sempre, ciò che cambia è il modo di viverlo, di proporlo, di valorizzarlo, di rivitalizzarlo, il più possibile su criteri di sostenibilità”.

Nel progetto ci saranno tre asset principali: formazione, comunicazione e commercializzazione. per replicare un modello che ha avendo successo tra igli operatori e che permetterà di un’identità precisa al Monferrato e allo stesso tempo farlo diventare un’area non solo di passaggio, ma di sosta e di vacanza, per chi arriva da Milano o dalla Provenza/Costa Azzurra, con tanto outdoor ed eventi glamour che serviranno a posizionare l’area in un mercato ben preciso.

Pavia

Pavia, la nostra Pavia

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.