• Home
  • Eventi
  • Angera, Un weekend tra uva, mongolfiere e Leonardo

Angera, Un weekend tra uva, mongolfiere e Leonardo

  • Paola Montonati

70496430 943182106033054 3312289017877233664 n 300x300Un'idea, per una gita fuori porta alla scoperta dei tanti angoli lombardi. Un momento ancora di questa estate che sembra non finire….

Questa volta tocca ad Angera, dove la maestosa Rocca domina il Lago Maggiore, guardando negli occhi Arona. Una città che è un vero e proprio museo open-air per quello che offre, oltre al paesaggio. Uno dei principali centri lombardi del Verbano, accoglie i turisti con uno splendido e ampio lungolago con doppio filare di alberi, tra ippocastani e tigli, un ampio spazio verde che decresce verso l'acqua, apprezzato punto di ritrovo e relax per i turisti. Il lungolago prosegue poi verso Ranco, tra imponenti magnolie, ville storiche, spiaggette e alberghi a picco sul lago. Angera tra l'altro offre rinomate, storiche grappe e liquori locali.

Una città e un territorio che possono vantare un passato che affonda le radici nel Paleolitico Superiore (15mila anni fa), reperti trovati nella cosiddetta Tana del Lupo (Antro di Mitra), una grotta situata alle pendici meridionali della Rocca.

La Rocca è un castello vivo e visitabile, e fa parte della proprietà della casata Borromeo.

L’Ala Scaligera dopo un lungo restauro durato due anni, a cura dell’architetto Salvatore Simonetti e dello Studio di Restauro Carlotta Beccaria, è uno spazio espositivo dedicato all’arte contemporanea.

Nella Rocca è possibile ammirare anche la Sala della Giustizia, il Museo della Bambola e del Giocattolo, il più grande d’Europa, tra migliaia di bambole, giocattoli, automi, case in miniatura di ogni epoca e di molti paesi e persino antichi carillon.

Nella balconata sul lago è posizionato il Giardino Medievale, che ospita piante conosciute in quegli anni ed erano utilizzate per i più svariati usi. Dal torrione più alto è possibile godere di una vista spettacolare sul Lago Maggiore.

Angera però non è solo la Rocca, è un vero e proprio museo diffuso con oltre quaranta monumenti storici, artistici e paesaggistici. Come la chiesa di Santa Maria Assunta, sorta sulla necropoli paleocristiana e il Santuario della Madonna della Riva, celebre per un episodio miracoloso avvenuto il 27 giugno 1657, quando un'effigie della Vergine avrebbe grondato sangue.

Proprio di fronte al lungolago, si trova l'oasi di protezione della Bruschera e dell'Isolino Partegora, molto importante per l'ecosistema lacustre, dove prospera una flora e una fauna varia tra canneti, ninfee bianche, salici, ontani, trovano rifugio diversi volatili e non solo.  Proprio qui nel 1776, Alessandro Volta ospite dei conti Castiglioni, durante una gita in barca, scoprì l'aria infiammabile nativa delle paludi, ovvero il metano.

Accanto a questi monumenti, Angera sta diventando anche una pinacoteca a cielo aperto, grazie all'opera dell'artista varesino Andrea Ravo Mattoni, che già a partire dal 2016, ha abbellito la città con un murales Fanciullo con canestra di frutta, ispirato al quadro di Caravaggio. E proprio in questo periodo ne sta aggiungendo altri sei, per rendere Angera ancora più unica.

 In questi giorni si svolte il Settembre angerese, ovvero la tradizionale festa dell'uva locale, che ha radici molto antiche, risalendo al 1497.  Una festa che dura tutto il mese tra eventi, feste e rievocazioni storiche.

Grande attesa per questo week-end tra mongolfiere e Leonardo da Vinci. L’appuntamento è per sabato 21 e domenica 22 settembre.

Già dalla serata di venerdì infatti saranno presenti sul lungolago eventi, musica dal vivo, corner per bambini e street food. Il clou però si avrà sabato sera, con lo spettacolo aereo di sei mongolfiere che, illuminandosi, si alzeranno nel cielo di notte, riflettendosi sul Lago Maggiore a ritmo di musica. Domenica invece sarà possibile salire sulle mongolfiere per voli liberi e voli vincolati: il ricavato andrà ad Amor, la fondazione onlus Piatti e AGBA, associazione genitori bambini down. Non finisce qui: nel pomeriggio sarà allestita la mostra statica di aeromobili a partire dalle 15, insieme alle visite alla mongolfiera didattica di Arcadia Fly Team. L’evento è organizzato dall’amministrazione comunale, in collaborazione con Corto Maggiore e Idrovolo Sesto Calende. l’associazione Quelli del ’63 invece ha organizzato la rievocazione storica Il genio di Leonardo ad Angera, per domenica 22 settembre.

Una rievocazione storica itinerante per le vie del centro e del lungolago. Il cortile del museo si trasformerà nella bottega del Verrocchio, i visitatori troveranno ad accoglierli attori in abiti rinascimentali che interpreteranno i momenti salienti della vita di Leonardo Da Vinci, le lezioni con i suoi allievi e le spiegazioni davanti a grandi scenografie per le vie del centro storico.

In occasione dell’evento Angera la città della mongolfiera, sabato 21 settembre, sono previste navette serali della Navigazione Lago Maggiore.

 

Pavia

Pavia, la nostra Pavia

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.