• Home
  • Cronaca
  • Mille colori per il Palio dei Ragazzi di Mede

Mille colori per il Palio dei Ragazzi di Mede

  • Paola Montonati

69931269 2362924453756907 4706857872321937408 oArrivano dal fondo della strada, in una domenica d’inizio settembre ancora afosa, i ragazzi di Mede, con le loro divise coloratissime e le bandiere dei rioni, pronti per sfidarsi nel Palio dei Ragazzi, parte degli eventi del Palio medese, simbolo della fine dell’estate.

Ma la giornata era già iniziata al mattino con l’allestimento, presso piazza Amisani, dei mestieri di un tempo, sotto i portici.

Storie, come quelle della lavandaia e dei muratori, che arrivano da un passato ormai lontano, ma mai completamente dimenticato, come raccontava nei suoi saggi Giuseppe Masinari, ideatore del Palio di Mede nel 1981 con il Centro culturale Giuseppe Amisani. 

E poi, nel pomeriggio, ecco arrivare in piazza, vestiti di tutto punto, i giocatori del Palio dei Ragazzi, con le insegne dei rioni, per prendere parte all’apertura ufficiale del Palio.

Nella grande sala Pertini, alla presenza dei rappresentati dei dieci rioni, con voce ferma e sicura, il sindaco Giorgio Guardamagna , assieme alla presidente del Centro Francesca Baldi, ha raccontato l’emozione di essere, ancora una volta, al centro di una grande manifestazione popolare, ricca di colori e allegria.

Dopo la presentazione, il gruppo di ragazzi e ragazze si è diretto, con i rappresentanti dei rioni, verso lo stadio Ugo Fantelli, per prendere parte al grande Palio dei Ragazzi.

Alla fine della gara, il Palio dei ragazzi se l'è aggiudicato il Rione Al Cruson con Irene Fornasiero e Andj Sula. 

E stata davvero una giornata ricca di emozioni, degna apertura della 37sima edizione del Palio, uno dei simboli di Mede e della cultura contadina in Lomellina e nel Pavese.

Pavia

Pavia, la nostra Pavia

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.