Transromanica 2019

  • Paola Montonati

transromanica 1Con l’arrivo di settembre Pavia ospita l’assemblea generale della rete europea Transromanica, uno dei grandi itinerari culturali riconosciuti dal Consiglio d’Europa, che unisce partners di otto Paesi europei, attivi nello sviluppo del proprio patrimonio monumentale risalente al periodo Romanico.

I partner sono la Sassonia-anhalt in Germania, la città di Gurk, Friesach e Maria Wörth in Austria, Modena, Pavia e Albugnano in Italia, Santo Domingo del Silos in Spagna, le ragioni di Tâmega e Sousa in Portogallo, ma anche la Serbia, la città di Alba Iulia in Romania e il comune francese di Paray-le-Monial sono tra le destinazioni di questo itinerario.

Viaggiare lungo Transromanica è andare su un percorso di 25 grandiosi monumenti romanici, molti dei quali riconosciuti dall’Unesco Patrimonio Mondiale, con 300 siti, prevalentemente sacri, meno noti, ma di grande ricchezza artistica, che attendono i visitatori nelle varie regioni.
Nel 2007 Transromanica – L’itinerario Romanico del Patrimonio Europeo ha ricevuto il titolo di Grande Itinerario Culturale del Consiglio d’Europa, per i suoi tesori culturali, le eccellenze culinarie e numerosi eventi in paesaggi di grande effetto.

Tutto cominciò verso l’anno 1000, quando artisti da tutta Europa s’ispirarono alla tradizione romana e paleocristiana, dando vita a uno stile architettonico noto come il Romanico, che ha incorporato miti e leggende locali per riscoprire tradizioni antiche, riflettendo le peculiarità geografiche di ogni regione dell’Europa medievale per 300 anni.

Caratteristiche principali dell’architettura romanica sono archi a tutto sesto, pareti spesse con piccole finestre, di capitelli cubiformi e piani simmetrici che si combinano in un aspetto semplice e armonioso.

Cattedrali splendide, monasteri tranquilli e bellissime chiese di epoca medievale possono essere ammirati in varie culture, dalla bizantina agli stili occidentali, come l’architettura francese e mudejar o il successivo stile gotico.

I viaggiatori che percorrono l’itinerario seguono un percorso costellato da splendidi monumenti romanici, molti dei quali fanno parte del Patrimonio Mondiale dell’Unesco, in otto paesi tra il Mar Baltico e il Mediterraneo sulle orme d’importanti figure storiche come Ottone il Grande, Martin Lutero, Matilde di Canossa, San Giacomo e molti altri imperatori e capi spirituali.

A Pavia martedì 3 settembre ci sarà il Concerto di musica medievale Sonet Vox ecclesiae, musiche medievali ispirate agli elementi della basilica, a cura del gruppo vocale Audite Nova di Voghera.
Per mercoledì 4 settembre è prevista l’Assemblea generale della Rete europea Transromanica, The Romanesque Routes of European Heritage, presso il Castello Visconteo e la visita della basilica di Montalino a Stradella, mentre giovedì 5 settembre si terrà una Cena medievale a cura dell'associazione Il Bel San Michele.

Pin It

Pavia

Pavia, la nostra Pavia

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.