• Cronaca
  • Un milione e 350 mila euro per l’Oltrepò Pavese

Un milione e 350 mila euro per l’Oltrepò Pavese

turismo pavese milioni 1Un territorio importante, ricco di storia e di tradizione, molti tra i borghi più belli d’Italia, un vino da provare e tantissimo altro…

Devono essere presentate dalle 12 del 10 luglio alle 12 del 16 settembre le domande per il bando Turismo e Attrattività' di Regione Lombardia, che vedrà uno stanziamento di 1 milione e 350 mila euro in favore della competitività delle imprese turistiche nei territori dell’Appennino Lombardo – Alto Oltrepo’ Pavese.

Questa è un’intuizione che segue la filosofia che sta guidando l’attività istituzionale dell’assessore regionale al Turismo, Marketing Territoriale e Moda, Lara Magoni, per valorizzare e promuovere i piccoli borghi della regione con un notevole potenziale turistico, che deve passare dall’elevata qualità dei servizi offerti ai visitatori.

Ecco perché Regione Lombardia sosterrà le imprese ricettive alberghiere e non alberghiere, una serie di strutture moderne e confortevoli che rappresentano un valore aggiunto in grado di invogliare maggiormente i turisti a visitare queste splendide località.

I soggetti beneficiari del bando saranno le imprese, le ditte individuali e i soggetti titolari di attività di bed and breakfast, per la realizzazione di progetti di riqualificazione delle strutture
ricettive alberghiere, extra-alberghiere e dei pubblici esercizi.

I progetti di riqualificazione riguarderanno enogastronomia & food experience; natura & green; sport & turismo attivo; terme & benessere; fashion e design; business congressi & incentive e le beneficiarie delle aree interne dell’Appennino Lombardo – Alto Oltrepo’ Pavese dovranno esercitare la loro attività tra Bagnaria, Borgoratto Mormorolo, Brallo di Pregola, Colli Verdi, Fortunago, Menconico, Montesegale, Ponte Nizza, Rocca Susella, Romagnese, Santa Margherita di Staffora, Val di Nizza, Varzi e Zavattarello.

Si tratta d’interventi che valorizzeranno il turismo e daranno nuova linfa all’economia locale, grazie ad uno sviluppo sostenibile e alla creazione di nuovi posti di lavoro per la promozione di località meno note, la riscoperta delle tradizioni e delle eccellenze culturali, artistiche ed enogastronomiche dei nostri territori uniti a un’offerta turistica a 360 gradi, con una ricettiva di alto livello e benefici per il tessuto economico e imprenditoriale locale.

Le spese ammissibili riguarderanno gli arredi, i macchinari e le attrezzature; l’acquisto di hardware e software, opere edili, murarie e impiantistiche, la progettazione e la direzione lavori per un massimo dell’8% della voce di spesa.

Le domande di contributo devono essere presentate accendendo al sito www.bandi.servizirl.it e compilando l’apposita modulistica.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.