Il Mec torna a Morimondo

  • Paola Montonati

mec giugno 2019 1Prima della pausa estiva per il Mec sulla Strada delle Abbazie proporrà una trasferta per la seconda domenica del mese di giugno a Morimondo, alle porte di Milano, con il meglio delle tipicità enogastronomiche provenienti dal triangolo del gusto delle province di Pavia, Milano e Alessandria, con qualche eccellenza extra-regione.

Sarà una buona occasione per unire gusto e cultura in una gita fuori porta   a pochi chilometri da Milano, in un borgo del circuito Borghi più Belli d’Italia e sede di una delle più belle abbazie romaniche lombarde.

L'Abbazia di Morimondo venne fondata nel 1136 dai cistercensi provenienti dal monastero francese di Morimond che, arrivati in Lombardia, conservarono il nome della loro abbazia madre, da una parola della bassa latinità che significa palude.

La basilica, sorta in un periodo successivo alla costruzione del monastero è oggi il monumento più noto di Morimondo, con il disegno delle chiese cistercensi di San Bernardo, grandiose e solenni in contrasto con l'austerità e la povertà della vita dei monaci, che hanno intrapreso l'opera di bonifica e valorizzazione agricola del territorio.

L'esterno in mattoni è in stile gotico francese con elementi romanico-lombardi, mentre la facciata ha un taglio a capanna e il portale è preceduto da un porticato posto davanti alla chiesa aggiunto nel 1736.

Un rosone centrale, bifore, aperture cieche e altre a cielo aperto si mostrano sulla parte superiore, coronata da una fila di archetti che continuano sui fianchi.

L'interno, a tre navate su pilastri con volte a crociera, ha un transetto e l’abside rettangolare, mentre entrando a destra, si nota una magnifica acquasantiera trecentesca con rosoni e teste fantastiche.

Da vedere è il coro, commissionato dai monaci di Settimo Fiorentino, stabilitisi a Morimondo nel 1490, all'intagliatore abbiatense Francesco Giramo, che lo terminò nel 1522.

mec giugno 2019 2Dalle 9 alle 19 i produttori del Mec proporranno il ricco catalogo di sapori genuini, tra formaggi, miele, vini, salame di Varzi e altri prodotti d’Oltrepò, pasta fresca, confetture, distillati, olio, olive e taralli dalla Puglia, verdure sott’olio, mirtilli e piccoli frutti rossi rigorosamente bio.

Ci saranno anche il pane e i formaggi erborinati di Marco Bernini, panificatore alchimista di Pozzol Groppo, vicino ad Alessandria, che crea pani integrali semplici o con cereali come segale, farro e grano del faraone.

Ma non ci sarà solo la cultura del gusto, in programma sono previste le visite al Chiostro e quelle guidate al complesso monastico, alle 15, alle 16 e alle 17.

Alle 15,30 si terrà Atti di Devozione, un incontro con l'autore Luigi Balocchi e letture in dialetto milanese con accompagnamento musicale di Alberto Pagani e alle 17, per gli amanti della musica antica, è previsto un concerto dei Madrigalisti di Intende Voci Chorus.

Dopo l’appuntamento di domenica 9 giugno, il Mec farà una pausa estiva, per poi riprendere a settembre.

Pavia

Pavia, la nostra Pavia

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.