AperiSole a Travacò Siccomario

  • Paola Montonati

aperisole 1Alle porte di Pavia, domenica 2 giugno, presso Travacò Siccomario, si celebreranno i primi 10 anni de Il Girasole, simbolo pavese della cultura anti-spreco e plastic free.

Il territorio dell'attuale comune di Travacò Siccomario era parte del dominio pavese di Siccomario, di cui era la parte orientale, divisa dal canale Rotta, antico ramo del Po, che ne faceva una piccola isola.

Nei secoli passati, nel territorio non erano presenti centri importanti, ma un gran numero di cascine e alcune chiese di diversi piccoli comuni, come Mezzano Siccomario, Santa Maria della Strada, sede di un'antica chiesa, che si trovava poco più a sud della cascina San Maiolo, Santa Maria Travacò, con la chiesa parrocchiale, Cascina Lebba in Mezzano, Cascina Lebba in Travacò, oggi la cascina Mugetti, Valbona, Predemasco, nella parte settentrionale del comune e Costa Caroliana, situato in una profonda ansa del Ticino.

Dopo il 1818 non restavano che i due comuni di Mezzano Siccomario, cui furono uniti Cascina Lebba in Mezzano e Valbona, e Santa Maria della Strada, cui erano uniti Santa Maria Travacò, Cascina Lebba in Travacò, Predemasco e Costa Caroliana, che però di tale centro aveva solo il nome, essendo stato distrutto dal Po, mentre la sede comunale era a Travacò.

Vista la tale situazione, il comune assunse la denominazione di Travacò Siccomario nel 1863 e nel 1872 il comune di Mezzano Siccomario fu unito a Travacò.

Oggi il comune di Travacò Siccomario è parte del Parco Lombardo della Valle del Ticino.

Ci sarà tanta musica, cultura del ri-uso anti-spreco, ospiti a sorpresa per una domenica di divertimento e condivisione con Aperisole e il Mercatino del Ri-Uso – Nuova Vita alle Cose.

L’appuntamento di domenica 2 giugno sarà una giornata di festa per i dieci anni de Il Girasole, la piccola realtà del Pavese che è bottega, caffetteria, prodotti tipici a km zero, luogo d’idee e d’incontro rigorosamente plastic free presso la Frazione Argine in località Frua, nei pressi del Ponte Coperto di Pavia.

La manifestazione inizierà alle 10 con il Mercatino del Ri-Uso – Nuova Vita alle Cose, il mercatino delle pulci ideato dall’Agenzia Reclam che fino alle 20 proporrà sulle bancarelle oggetti ancora in buone condizioni che possono trovare una seconda vita nelle case di altre persone, seguendo la cultura del riuso e la filosofia anti-spreco delle 3 R, Riduco, Riuso e Riciclo.

Durante la giornata ci sarà uno spazio anche per lo street food e la musica, con dalle 12 lo street food di Cent E Vot di ravioli artigianali per tutti i gusti, che vanno dal vegano al consumatore più tradizionale.

Dalle 18,30 le sonorità e i ritmi degli anni Settanta e Ottanta della poliedrica console diretta da Gianluca Ferri faranno ballare il pubblico, mentre non mancheranno ospiti a sorpresa e premiazioni per chi parteciperà alla manifestazione seguendo il filo conduttore della moda in stile Settanta - Ottanta.

Pavia

Pavia, la nostra Pavia

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.