• Eventi
  • Festival di Musica Sacra 2019

Festival di Musica Sacra 2019

festival musicasacra 2019 1Dal 18 al 26 maggio, per il secondo anno, tornerà il Festival di Musica Sacra di Pavia, con nelle chiese, nel Teatro Fraschini e al Collegio Borromeo otto serate che con i compositori più celebrati, proporranno anche un suggestivo percorso attraverso oltre due secoli di musica italiana.

Si partirà il 18 maggio in Santa Maria di Carmine con Zubin Mehta e la Messa in do minore di Mozart con i complessi scaligeri e un quartetto di eccellenti solisti, cui seguirà in Duomo il 20 la Sinfonia n°8 di Bruckner, tra le massime manifestazioni del Sacro in ambito sinfonico.

Domenica 19 l’Almo Collegio Borromeo proporrà l’Orchestra dell’Accademia diretta da Maurizio Schiavo con un omaggio ad Alessandro Rolla, violista pavese che guidò l’orchestra della Scala all’inizio dell’Ottocento, mentre il 21 al Fraschini ci sarà La morte d’Abel di Antonio Caldara su testo del Metastasio, con Gianluca Capuano e i complessi de Il canto di Orfeo.

Il 22 l’organista Lorenzo Ghielmi proporrà il repertorio da Frescobaldi a Bach sull’organo Amati della chiesa di San Luca, mentre la Basilica di San Michele il 23 maggio ospiterà il coro scaligero diretto da Bruno Casoni in un programma con Poulenc, Duruflé e Luciano Chailly.

La conclusione sarà il 25 e 26 in Duomo con i concerti diretti da Riccardo Muti e con l’Orchestra giovanile Luigi Cherubini, il Coro della radio bavarese e il quartetto di solisti nella Missa defunctorum di Giovanni Paisiello.

Promosso dalla Fondazione Banca del Monte di Lombardia in collaborazione con il Teatro alla Scala, il Festival avrà il patrocinio della Regione Lombardia, del Comune di Pavia e del Teatro Fraschini, oltre al sostegno di Camera di Commercio di Pavia, UBI Banca e Allianz.

Anche quest’anno il Festival sarà uno dei più importanti eventi musicali sul territorio lombardo, adatto per riscoprire le meraviglie di architettura e d’arte della città di Pavia nel contesto di una serie d’iniziative culturali promosse da Fondazione Banca del Monte di Lombardia.

La partecipazione del Teatro alla Scala vedrà non solo la valorizzazione del repertorio sacro, oggi una delle testimonianze più note della cultura italiana, ma troppo poco conosciuta ed eseguita, ma anche una rete d’iniziative di cui fa parte il progetto sulla Musica sacra nelle chiese di Lombardia, nato nel 2015 e proseguito con successo, oltre alle opere per bambini portate dall’Accademia nelle principali città della regione.

Tutti i concerti saranno a ingresso gratuito e per i concerti del 25 e 26 maggio sarà obbligatorio il ritiro del biglietto presso il Teatro Fraschini a partire dal 18 maggio, per tutto il festival, dalle 11 alle 13,  fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Maggiori info sono sul sito www.musicasacrapavia.it

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.