• Cucina
  • Ricette di Pasqua: Torta Pasqualina

Ricette di Pasqua: Torta Pasqualina

torta pasqualina 1La torta Pasqualina è una torta salata tipica della zona di Genova, cotta al forno e ripiena di verdure, uova e formaggio, ma il suo sapore ha superato i confini della Liguria ed è molto noto in tutta la penisola.

Il nome ben racconta l’occasione e il momento in cui si preparava, infatti veniva utilizzata come portata principale del menù di Pasqua, ma sono davvero tante sono le tradizioni legate a questo piatto.

La torta Pasqualina è molto più buona se consumata fredda, il giorno dopo averla preparata, cosi è diventata l’alimento simbolo non solo di Pasqua, ma anche di Pasquetta ed è utilizzata come pietanza per i pic nic e le gite fuori porta che si fanno il lunedì dell’Angelo.

Gli ingredienti variano in tutte le stagioni, oltre alle uova e al formaggio, si usano le erbette, i piselli, le cipolline e i carciofi, ma anche le borragini, le bietole e gli spinaci.

Nella Pasqualina originale non possono mancare la maggiorana e la prescinsêua, un tipico formaggio ligure cagliato, molto difficile da trovare fuori dalla regione.

La sfoglia deve essere composta di trentatré strati, come gli anni di Cristo, e tutti sottilissimi, ma negli anni, a causa della mancanza di tempo, il loro numero è diminuito e persino il tipo di pasta è particolare, deve essere preparata con acqua, farina e olio di oliva, ma senza lievito.

Secondo la tradizione, la Pasqualina deve essere coperta e la sfoglia inferiore deve superare i bordi della teglia, in modo da formare una bella crosta arricciata decorativa.

In passato non bastava il forno di casa per cuocere la pietanza, così le cuoche incidevano sulla pasta le iniziali della propria famiglia e quando la ritiravano dai panettieri non le confondevano con le altre.

Ingredienti

600 grammi di farina 00 -  100 grammi di olio extravergine d'oliva -  1 kg di bietole -  1/2 cipolla -  un cucchiaio di prezzemolo tritato -  un cucchiaio di maggiorana tritata -  500 grammi di ricotta -  100 grammi di parmigiano grattugiato -  5 uova grosse -  sale -  pepe.

Preparazione

Preparate la base per la torta Pasqualina impastando la farina con cinque cucchiai di olio, un pizzico di sale e acqua tiepida fino ad avere un impasto liscio ed elastico.

Dividete l'impasto in dieci pezzi, di cui due devono essere più grandi, e fate riposare almeno per un ora le palline sotto un telo inumidito.

Preparata il ripieno affettando finemente la cipolla, poi lavate le bietole e tagliatele a striscioline. Scaldate due cucchiai di olio in una padella antiaderente e unitevi la cipolla e le erbette, salate e cuocete finché non si saranno ammorbidite, poi aggiungete il prezzemolo tritato.

In una terrina unire la ricotta, le erbette, la metà del parmigiano, la maggiorana, sale e pepe e amalgamate il tutto.

Stendete una delle palline più grandi con il mattarello in una sfoglia sottilissima, poi adagiate la prima sfoglia in uno stampo da 26-28 cm leggermente unto di olio e procedete allo stesso modo con altre quattro porzioni di pasta, ma senza ungere la quinta sfoglia, sulla quale sarà adagiato il composto di erbette e ricotta.

Praticate cinque fossette nel ripieno e sgusciatevi all'interno le uova, poi ricopritele con il parmigiano, un pizzico di maggiorana, sale e pepe.

Ricoprite la torta con le sfoglie rimaste, lasciando per ultima la più grande, ungendo sempre ogni sfoglia prima di sovrapporne un'altra.

Cuocete la torta in un forno caldo a 180 gradi per circa 50 minuti, poi servitela per il grande pranzo di Pasqua.

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.