C'era un Volta a Pavia

  • Paola Montonati

cera volta 1Due passioni furono cruciali nella vita di Alessandro Volta, l’elettricità e Marianna Paris, giovane cantante che saranno rievocate a Pavia domenica 28 aprile, alle 15 e 17, con due visite guidate teatralizzate su Alessandro Volta ideate da Dramatrà - Città in Scena e da Oltre Confine Onlus.

Nel novembre 1778, Carlo Giuseppe,  conte di Firmian e ministro plenipotenziaro dell’Impero Austriaco per la Lombardia, diede ad Alessandro Volta la cattedra di Fisica Sperimentale all’Università di Pavia, dove insegnavano, grazie all’Imperatrice Maria Teresa, altri illustri scienziati, quali Lazzaro Spallanzani e Antonio Scopoli e altri ancora furono chiamati in seguito tra cui Antonio Scarpa e Luigi Brugnatelli.

Appena arrivato a Pavia, Volta si dedicò, oltre che all’insegnamento, a rimettere a posto il Gabinetto di Fisica, che arricchì di molti strumenti sia di ricerca che di didattica, progettati direttamente da lui stesso, oppure comprati durante i suoi viaggi in Europa.

In quello stesso periodo, infatti, dal 1780 al 1784, lo scienziato compì numerosi viaggi di studio in Savoia, Svizzera, Germania, Olanda, Francia, Inghilterra e Austria.

Volta nel 1785 venne eletto dagli studenti, secondo la pratica in uso, Rettore dell’Università e le sue lezioni erano talmente affollate che venne appositamente costruito nell’Ateneo pavese un nuovo e più ampio Teatro Fisico, oggi noto come il nome di Aula Volta.

Sarà l’inventore della pila in persona ad accompagnare i visitatori lungo le tracce della sua lunga permanenza a Pavia,  dall’Università al Teatro Fraschini, passando per il cuore della città.

Il tour ripercorrerà i luoghi dove visse e lavorò l’illustre scienziato lariano, dal suo arrivo a Pavia per ordine dell’imperatrice Maria Teresa d’Austria nel 1778.

Ma il cuore dell’itinerario saranno i cortili storici universitari, la celebre Aula Volta dell’Ateneo e una presentazione di fronte al Teatro Fraschini, per raccontare le vicende amorose e professionali che legarono lo scienziato alla sua Università e alla cantante lirica Marianna Paris, molto nota nella Pavia di quegli anni.

I due tour dureranno un’ora e trenta minuti e costeranno 10 euro a persona, gratuito fino ai 6 anni compiuti.

Il ritrovo si terrà all’ingresso dell’Università Centrale, in Corso Strada Nuova 65.

Per info e prenotazioni si può telefonare al numero 3755709240 oppure scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pin It

Pavia

Pavia, la nostra Pavia

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.