• Cucina
  • Dolci di Carnevale: La Cicerchiata

Dolci di Carnevale: La Cicerchiata

cicerchiata 1La Cicerchiata è un dolce molto apprezzato in diverse zone del centro e sud Italia e solitamente preparato in occasione del Carnevale, a base di farina, uova, zucchero e burro, dall’aspetto di un mucchietto di palline di circa un centimetro di diametro, fritte e cosparse di miele.

A causa della sua lunga storia e della sua diffusione, molte sono le varianti di questa semplice ricetta, che vedono l’aggiunta o la sottrazione d’ingredienti.

Molto diffuso anche in Umbria e a Roma, in alcune regioni questo dolce è un vero e proprio patrimonio culturale e in Abruzzo, Marche e Molise è riconosciuto come Prodotto Agroalimentare Tipico.

Anche la Campania è molto legata a questa dolce, infatti, i suoi famosi struffoli sono simili alla Cicerchiata ma sono preparati durante le festività natalizie.

La storia della Cicerchiata vede le sue origini contese e nient’affatto chiare, al punto che alcuni sostengono che sia stato l’Abruzzo a darle i natali, dato che in questa regione veniva storicamente prodotto un miele di ottima qualità.

Altri dicono che questo dolce era prodotto in epoche più antiche in territori che ora sono nei confini dell’Umbria e delle Marche, da dove si sarebbe diffuso nelle regioni limitrofe.

Per il nome si dice che il termine Cicerchiata, di origine medievale, rimandi direttamente alla cicerchia, un legume molto coltivato in Asia, Africa e anche in alcune regioni italiane, cosi avrebbe perciò il senso di mucchio di cicerchie.

Ingredienti

300 grammi circa di farina - 3 uova - 70 grammi di zucchero - 300 grammi di miele – un’arancia - frutta candita.

Preparazione

In una terrina montate le uova con lo zucchero fino ad avere un composto chiaro e spumoso, poi incorporatevi gradatamente la farina setacciata, quanta ne occorre per avere un impasto morbido.

Prendete un po’ alla volta parte dell’impasto, fatene dei rotolini, tagliateli a tocchetti e poi modellateli a palline piccole come ceci e friggeteli lentamente in una piccola casseruola a bordi alti colma di olio ben caldo, fino a esaurimento delle palline, sempre cambiando l’olio dopo ogni frittura.

Lasciate asciugare le palline fritte su carta assorbente da cucina, mentre in una casseruola fate sciogliere il miele e, dopo 5 minuti, aggiungete le palline di pasta, la buccia grattugiata dell’arancia e mescolate velocemente.

Versate il composto sul marmo o su un foglio di carta da forno ben spennellato d’olio e dategli la forma di una ciambella, poi decorate con i canditi a pezzetti, lasciate raffreddare e servite. 

Pin It

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.