I manoscritti datati

manoscritti datati 1Mercoledì 10 ottobre alle 16 è previsto, nel Salone Teresiano della Biblioteca dell’Università di Pavia, il seminario, ideato dall'AIMD, l’Associazione Italiana Manoscritti Datati, in collaborazione con la Biblioteca Universitaria di Pavia, che sarò una lunga e approfondita riflessione sulla catalogazione dei manoscritti medievali in Italia.

Durante il seminario Massimiliano Bassetti, dell’Università degli Studi di Verona, presenterà il volume Catalogazione, storia della scrittura, storia del libro. I manoscritti datati d'Italia vent'anni dopo a cura di Teresa De Robertis e Nicoletta Giovè Marchioli, edito da Sismel-Edizioni del Galluzzo.

Inoltre Marco D'Agostino, dell’Università degli Studi di Pavia, Nicoletta Giovè Marchioli, dell’Università degli Studi di Padova, e Martina Pantarotto, dell’Università eCampus, racconteranno della catalogazione dei manoscritti medievali.

Negli ultimi anni in Italia si è diffusa la catalogazione scientifica dei manoscritti medievali, in particolare di quelli datati, cioè quei codici che conservano, al loro interno, un dato legato alla loro origine, come la datazione che riporta al momento preciso della sua confezione, il luogo dove è stato realizzato, il copista che l’ha trascritto, persino quello del miniatore che l’ha decorato.

I cataloghi di codici datati non sono solo un repertorio di descrizioni e immagini adatte a una serie di confronti per datare e localizzare manoscritti che non hanno una serie d’informazioni certe sulle loro origini, ma sono un grande strumento per analizzare le caratteristiche materiali, grafiche, decorative e contenutistiche della produzione libraria, in particolare quella del periodo tardomedievale.

Da un ventennio  l'AIMD, l’Associazione Italiana Manoscritti Datati, lavora a una serie di cataloghi dei codici datati che si trovano nelle biblioteche italiane, uno dei quali, oramai in fase di chiusura, è sulla Biblioteca Universitaria di Pavia.

L'AIMD ha ideato anche un convegno di studio, svoltosi a Cesena nel 2014 e i cui atti sono stati editi nel 2017, dove si è riflettuto sul contributo offerto dai manoscritti datati allo studio della cultura scritta medievale, oggi come ieri.

Pin It

Collabora

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pubblicità su PaviaFree.it
Scrivi per PaviaFree.it

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.