Petit Cabaret 1924

cabaret pavia 1Dal 15 al 24 giugno, con Petit Cabaret 1924 prende il via l’iniziativa S_Volta in centro, ideata dal Comune di Pavia in collaborazione con C.L.A.P.Spettacolodalvivo per portare in centro un pizzico di ciò che capita al Teatro Cesare Volta.

Presso il  piccolo tendone installato presso i giardini del Castello Visconteo di Pavia tutti saranno i benvenuti, dato che il Petit Cabaret 1924 è più di uno spettacolo.

Uno degli artisti condurrà i partecipanti al posto contrassegnato con il loro nome e gli consegnerà un flûte di spumante da sorseggiare al ritmo di melodie jazz, swing e charleston, in attesa del grande inizio.

I cabaret esistevano a Parigi sin dal sedicesimo secolo ma, al contrario delle taverne, vendevano il vino solo se si acquistava anche un pasto.

La clientela spesso poteva cantare, se aveva bevuto abbastanza vino, ma all'inizio i primi cabaret non avevano un vero e proprio intrattenimento degli ospiti ed erano ritrovi frequenti per artisti e scrittori.

Nel sedicesimo secolo gli scrittori La Fontaine, Moliere e Jean Racine frequentavano il cabaret Mouton Blanc, nella rue du Vieux-Colombier, e, più tardi, il Croix de Lorraine, nell’attuale rue Bourg-Tibourg.

Nel 1773, poeti, pittori, musicisti e scrittori francesi si trovavano in un cabaret chiamato Le Caveau nella rue de Buci, dove cantavano le canzoni, fino alla chiusura nel 1816, perché alcuni clienti avevano scritto delle canzoni dove deridevano il governo.

Un altro cabaret venne fondato nel 1881 a Montmartre, Le cabaret artistique de Rodolphe Salis, subito dopo rinominato Le Chat Noir, con tra gli spettatori personalità molto importanti dell'epoca, come Alphonse Allais, Jean Richepin e Aristide Bruant.

Altri cabaret del periodo furono il Cabaret des Quat'z'Arts, La Lune rousse e Les Pantins, senza dimenticare il Folies-Bergère e il Moulin Rouge, costruito nel 1889 nel quartiere di Pigalle, noto per la riproduzione di un mulino rosso sul tetto.

Nella tenda ci saranno vecchi cimeli e tavolini in ferro battuto e si potrà brindare al chiarore di un lumino, in un ambiente raffinato e familiare, in un susseguirsi di sorprese, grazie a interpreti diplomati presso le migliori accademie di danza e circo europee, come giocolieri, ballerini, equilibristi, maghi e acrobati, in un'esperienza emozionale coinvolgente, che nasce da anni di pratica e dedizione genuina alle arti performative.

Alla fine dello spettacolo gli artisti si riuniranno sulla pista per recitare la Preghiera del Clown di Totò, una pagina che un omaggio a clima sereno, leggero, a tratti scanzonato, che nello stesso istante può dare una lacrima e un sorriso.

Petit Cabaret 1924 si terrà il 15 e 16 giugno alle 21, il 17 e il 21 giugno alle 21 e per gli studenti universitari il 22 e 23 giugno alle 21 e il 24 giugno alle 18.

Il biglietto d’ingresso per gli adulti costerà 16 euro e 14 per i più piccoli, mentre il prezzo speciale per universitari giovedì 21 sarà di 12 euro.

Per la prenotazione si può telefonare al numero 3208150851 oppure di scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pin It

Collabora

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pubblicità su PaviaFree.it
Scrivi per PaviaFree.it

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.