• Eventi
  • Il Giro d’Italia 2018 arriva ad Abbiategrasso
  • Eventi
  • Il Giro d’Italia 2018 arriva ad Abbiategrasso

Il Giro d’Italia 2018 arriva ad Abbiategrasso

giro italia abbiategrasso 2018 1Per l’edizione 2018 il Giro d'Italia 2018 non avrà come meta finale Milano, ma la sfiorerà con la partenza della diciottesima tappa Abbiategrasso - Prato Nevoso, prevista per giovedì 24 maggio. Sarà una tappa che percorrerà tutta la Pianura Padana, dalle porte di Milano fino alla parte meridionale del Cuneese, su un totale di 196 chilometri.

La partenza da Abbiategrasso è prevista per le 12 da piazza Vittorio Veneto, dove sarà allestito il villaggio del Giro.

Il percorso per le strade della città vedrà il passaggio da Corso Italia, corso San Martino, via Palestro, via Donatori di Sangue e viale Gian Galeazzo Sforza, poi la carovana rosa lascerà Abbiategrasso imboccando la Strada Statale 494, che si snoda per le province di Pavia, Alessandria, Asti e Cuneo.

Ad Abbiategrasso, per festeggiare l’evento, i commercianti hanno decorato le vetrine e i negozi con una serie di dettagli legati al Giro d’Italia, biciclette, ruote, palloncini, maglie. 

Inoltre hanno avuto un ruolo importante nel dare un tocco di rosa al centro, acquistando le bandiere che si trovano per le vie di Bià.

Le origini di Abbiategrasso si collocano in epoca celtica, cui seguì un profondo sviluppo avvenuto in epoca romana lungo la grande Strada Mercatorum, che attraversava da sud-est a nord-ovest la Pianura Padana lungo la terza balza del Ticino.

Il nome della città deriva dal termine celtico Habiate, cioè abbondanza di acqua e dal termine Grasso, che venne aggiunto in epoca medievale a indicare la Valle Grassa della fertile campagna che circonda Abbiategrasso.

Dopo la caduta dell'impero Romano la città entrò a far parte dei territori dei Longobardi e, nell'Alto Medioevo, fece parte dei beni di proprietà dell'Arcivescovo di Milano, infatti è citata nel testamento del 1034 dell'Arcivescovo Ariberto.

Il primo nucleo di Abbiategrasso si sviluppò intorno all'attuale Chiesa di San Pietro, poi si estese al quartiere San Martino, dove si trova la Chiesa di Santa Maria Vecchia, e solo nell'epoca dei Comuni divenne il borgo con le mura ancora oggi ben conosciuto.

Da allora Abbiategrasso fu legata strettamente alle vicende del ducato milanese, diventando un possesso e un amato luogo di svago prima dei Visconti e poi degli Sforza.

Inoltre la città, durante il Risorgimento, fu un fondamentale punto d’incontro per i patrioti che si battevano per l'Unità d'Italia.

Oggi Abbiategrasso è il più importante centro agricolo - industriale a sud-ovest di Milano, da cui dista solo 22 km e il suo territorio giunge fino alle sponde del fiume Ticino ed è attraversato da numerosi canali artificiali, di cui il più noto è il Naviglio Grande, scavato intorno al 1177 per collegare il capoluogo lombardo con il Ticino.

Collabora

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pubblicità su PaviaFree.it
Scrivi per PaviaFree.it

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.