• Eventi
  • Tuttifrutti 2018 a San Pellegrino Terme
  • Eventi
  • Tuttifrutti 2018 a San Pellegrino Terme

Tuttifrutti 2018 a San Pellegrino Terme

tuttifrutti 2018 1Il 20, 21, e 22 aprile, presso il locale birreria Via Priula di via De Medici 4, a San Pellegrino Terme, in provincia di Bergamo, torna Tuttifrutti, organizzato in collaborazione con l'associazione La Compagnia del Luppolo di San Giovanni Bianco.

Le birre alla spina protagoniste della seconda edizione 2018 di Tuttifrutti saranno oltre venti, che arriveranno da Svezia, Belgio, Toscana, Lombardia e Piemonte, Inghilterra, oltre alla nuova Kinkan Session IPA, la birra al gusto di mandarino cinese nata dalla collaborazione con il birrificio 4 Hops Brew di Curitiba (Brasile).

San Pellegrino Terme, note per le sue fonti termali, prende il nome da un santo italiano evangelizzatore della Francia e poi Vescovo di Auxerre, dove subì il martirio, sotto Diocleziano e, sepolto dai fedeli, fu venerato come primo Vescovo e Santo.

La costituzione del comune di San Pellegrino risale al Duecento, con famiglie come i Busi, i Boselli detti anche Medici, i Sonzogni e i Mascheroni.

La vita del comune fu segnata dalle discordie interne, oltre che dalle lotte intestine tra Guelfi e Ghibellini.

Frequenti erano anche i danni arrecati al paese dalle frequenti alluvioni, a incominciare da quella del 31 agosto 1493, dove il fiume invase campi, edifici, molini e segherie travolgendo un gran numero di persone e di armenti, oltre al ponte di San Nicola a San Pellegrino. 

Come parte della repubblica di Venezia, San Pellegrino visse per quattro secoli una situazione serena, tra le festività religiose, i pellegrinaggi ai santuari più vicini, le visite ai mercati settimanali e, frequentemente le osterie.

Il 13 maggio 1798 scoppiò la rivoluzione a Bergamo, il rettore Ottolini fu cacciato e in seguito fu proclamata la Repubblica Bergamasca.

Durante il dominio francese la Valle Brembana venne divisa nei cantoni di Almenno, di Zogno e di Piazza, con San Pellegrino che faceva parte di quello di Zogno.

Il regime Napoleonico vide un riordinamento dell'amministrazione dello stato, della giustizia e della finanza, tra festeggiamenti, cerimonie e parate.

Con la restaurazione e il dominio austriaco ci fu la costruzione di opere pubbliche di grande interesse, come il rifacimento, l'allargamento e la rettifica della vecchia Strada Priula. 

Nel frattempo nel 1820 fu edificato il primo stabilimento dei bagni termali di San Pellegrino, oggi simbolo della località in tutto il mondo.

Più info sulla manifestazione  sono disponibili sul sito www.birrificioviapriula.it.

Pin It

Collabora

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pubblicità su PaviaFree.it
Scrivi per PaviaFree.it

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.