Pi Greco Day 2018

pi greco 2018 pavia 1Mercoledì 14 marzo, nel centro storico di Pavia, per la seconda volta verrà festeggiato il Pi greco, in un grande evento promosso dall’Università degli Studi di Pavia in collaborazione con l’ARMT di Milano e l'Istituto Volta di Pavia, con il contributo dell'Istituto Nazionale di Alta Matematica Severi di Roma.

La manifestazione, patrocinata dal Comune di Pavia, vedrà la collaborazione delle scuole del territorio, per incoraggiare lo studio della matematica in modo sinergico con discipline umanistiche, artistiche, musicali.

Se nel 2017 si è visto il Pi greco da un punto di vista geometrico, come omaggio alla figura del cerchio, l'edizione 2018 lo analizzerà nei suoi aspetti aritmetici e nella sua natura di numero irrazionale trascendente, i cui decimali non finiscono mai.

Le cifre di pi greco, infatti, hanno una progressione infinita e ne sono state verificate 22.459.157.718.361, 9 trilioni dopo la virgola in più rispetto al novembre 2016, quando un supercomputer con 24 dischi rigidi, con 6 terabyte di memoria, aveva terminato l'arduo compito.

Il programma inizierà la mattina, nell'Aula del '400 dell'Università degli Studi di Pavia, con una serie di conferenze ideate dai dipartimenti di Matematica e di Fisica sull'importanza di questo inafferrabile numero, che da sempre affascina in mille modi, da quelli puramente geometrici ai test informatici,  in 4000 anni di storia scienziati illustri si sono occupati di determinarne il valore, dargli un nome e infine celebrarne la ricorrenza.

Gli interventi racconteranno la lunga storia di questo numero nato nella geometria e adesso elemento di base per misurare i fenomeni elettromagnetici e fondamentale in tutti gli ambiti scientifici, oltre a ricordare l'anniversario della nascita di Einstein.

L'istituto Volta, con il Liceo Artistico, proporrà due conferenze, in Santa Maria Gualtieri, dedicate al tema dell'infinito nella storia dell'arte antica e contemporanea, oltre alla mostra Infiniti, che ricorda il senso d’ispirazione infinita dell'arte, poiché sculture e quadri, come dice Giorgio Agamben, non sono altro che una piccola parte di un processo immaginario infinito.

Inoltre il Liceo Artistico Volta, parteciperà con Pi come Poesia, sull'inseparabilità di matematica, filosofia e poesia sul tema dell'infinito, da sempre centro di una grande tensione tra fascinazione e horror vacui, con testi che vanno da Epicuro a Giorgio Caproni.

Altri testi e i pensieri saranno raccontati dall'attore Mauro Ardemagni in Ai bordi dell'infinito, che terminerà con la canzone Cantico dei drogati di Noor El Hajjeh.

Per il Pi Greco Day anche la musica avrà qualcosa da dire, con concerti e improvvisazioni basati sul Pi greco, curati dal liceo musicale Cairoli, mentre presso piazza della Vittoria ci saranno laboratori di matematica e fisica ideati da studenti e docenti delle varie scuole pavesi, dalle primarie all'Università.

Alla fine della giornata, presso la libreria Delfino, alle 18, il fisico teorico Vincenzo Barone dialogherà con Mauro Canfora sul saggio L'infinita curiosità. Breve viaggio nella fisica contemporanea, mentre la libreria Feltrinelli, il matematico Giovanni Filocamo presenterà, con Valeria Ferrari, il suo ultimo lavoro La matematica è un'opera d'arte.

Collabora

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pubblicità su PaviaFree.it
Scrivi per PaviaFree.it

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.