• Eventi
  • La Fiera del Disco 2018 a Vigevano
  • Eventi
  • La Fiera del Disco 2018 a Vigevano

La Fiera del Disco 2018 a Vigevano

fiera del disco di vigevano 2018 1Sabato 17 e domenica 18 febbraio si terrà la prima Fiera del Disco di Vigevano, organizzata dall'Associazione Culturale Rock Paradise, grazie alla collaborazione con il Distretto Urbano del Commercio di Vigevano.

Nella Cavallerizza del Castello di Vigevano, in via Rocca Vecchia,  35 espositori presenteranno al pubblico migliaia di dischi in vinile, cd, dvd, gadget musicali da vendere, comprare o scambiare.

Il disco, con i solchi incisi, dove scorreva la musica, fu il supporto più utilizzato nel mondo musicale fino agli inizi degli anni Novanta.

Fu Thomas Alva Edison nel 1877 a ideare il primo grammofono a cilindri, dopo il prototipo del francese Charles Cros, mentre il disco orizzontale fu creato nel 1888 da Emile Berliner a Filadelfia come un supporto audio nei giocattoli parlanti.

I dischi iniziarono a essere prodotti a scopo commerciale già nel 1895, con la nascita del 78 giri, erano realizzati in gommalacca, con un diametro di trenta centimetri e un peso di circa 360 grammi, oltre ad essere caratterizzati da una dimensione del solco notevolmente maggiore di quello dei più moderni, i microsolco a 33 e 45 giri.

La gommalacca inoltre era un materiale caratterizzato dall’estrema fragilità e da una struttura che spesso portava ad avere molti dischi affetti da fruscio.

Allora i dischi erano incisi su una sola facciata e solo con il passar del tempo la Columbia iniziò a produrre 78 giri con doppia facciata, detti i Columbia Double disc record.

Nel 1926 O for the Wings of a Dove di Ernest Lough fu il primo disco a vendere più di un milione di copie e da li nacquero gli apparecchi per l’ascolto della musica in pubblico.

Dopo il primo jukebox a cilindri, Multiphone, realizzato da John C. Dunton nel 1905, arrivarono quelli interamente elettronici fabbricati dal 1927 dall’Automatic Musical Instruments, poi nel secondo dopoguerra fu la Wurlitzer a sviluppare dei nuovi modelli all’avanguardia di jukebox per la riproduzione dei dischi.

Con l’inizio del cloruro di vinile per fabbricare i dischi, le nuove e migliori caratteristiche del supporto permisero di rimpicciolire i solchi, abbassando il numero di giri per minuto e aumentandone la durata, che arrivò ai 25-30 minuti per facciata, rispetto a quella decisamente più breve dei 78 giri.

Il primo 33 giri o long playing fu pubblicato negli Stati Uniti dalla Columbia Records il 21 giugno 1948, ed era il Concerto per Violino in mi minore di Mendelssohn.

Da allora il 78 giri fu rimpiazzato da un supporto più capace, durevole, leggero, maneggevole, collezionabile e di qualità superiore.

In pochi mesi l’LP, di 30,5 centimetri di diametro e circa 100 grammi di peso, venne accettato come standard e si potevano produrre dischi capaci di contenere ben dieci brani a disco, con un risparmio economico per chi comprava, ma anche per chi produceva.

Il 31 marzo 1949 la RCA lanciò il primo disco singolo a 45 giri a microsolco, era solo un vinile di dimostrazione inviato a tutti i rivenditori di dischi d’America per farlo ascoltare ai clienti.

Nel 1950, con l’avvento dei singoli a 45 giri, anche il design dei jukebox ebbe una sostanziale rivoluzione e ora i modelli di questa epoca sono i più ricercati dai collezionisti.

Con l’inizio degli anni Sessanta iniziarono a essere diffusi i primi dischi in formato stereofonico, grazie all’etichetta discografica Audio Fidelity Records, che fu la prima a pubblicare un disco stereofonico in serie nel novembre 1957.

La stereofonia permise di abbassare i costi di realizzazione di un disco, tanto che già nel 1968 le maggiori etichette discografiche non producevano più dischi in formato mono.

La Fiera del Disco di Vigevano sarà aperta, a ingresso gratuito, sabato dalle 14 alle 19 e domenica dalle 10 alle 18.

In occasione della Fiera del Disco, sabato 17 alle 21. presso il Castello di Vigevano, si terrà il concerto di Renato Franchi e l'Orchestrina del Suonatore Jones.

Pin It

Collabora

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pubblicità su PaviaFree.it
Scrivi per PaviaFree.it

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.