• Eventi
  • Il Museo dello Sport di Vigevano

Il Museo dello Sport di Vigevano

museo sport vigevano 1A palazzo Roncalli, nel centro storico di Vigevano, sabato 23 dicembre 2017 è stato inaugurato il Museo dello Sport vigevanese, nato da un’idea di Giancarlo Buscaglia, figlio del grande calciatore che militò nel Vigevano, nel Torino, nel Milan e nella Nazionale.

Il museo, ricco di cimeli, testimonianze e cronache delle glorie dello sport vigevanese, è dedicato a Pietro Buscaglia.

Nato nel 1911 a Torino, Buscaglia era figlio unico di due contadini, che dalla natia Vigevano si erano trasferiti per lavoro nel capoluogo piemontese.

Dopo un lungo periodo di gavetta nelle squadre giovanili piemontesi, nella stagione calcistica 1931-32 Buscaglia fece il suo debutto con la maglia biancazzurra dei vigevanesi, allora in Serie B, con 21 presenze e 14 gol.

Nel 1934 tornò a Torino e con la maglia granata conquistò una Coppa Italia nel 1936, mentre l’anno successivo indossò la maglia azzurra, per la prima e unica volta nella sua carriera.

Spesso protagonista delle vignette umoristiche sui giornali d’epoca come quando, nel dicembre 1936 un suo tocco di gomito, non sanzionato dall’arbitro, fu illustrato come il Metodo Buscaglia, il calciatore salutò i tifosi del Filadelfia nella primavera 1938.

Il 13 maggio 1938 La Stampa fece sapere, grazie ad un accordo tra Torino e Milan, Buscaglia si sarebbe trasferito a Milano, dove rimase fino al 1941, per poi concludere la carriera, finita la guerra, nella sua Vigevano dove morì nel luglio 1997.

Il museo racconta le storie di trentaquattro personaggi dello sport vigevanese di quattordici discipline diverse, dal pugile Clementino Campora, che ha festeggiato 90 anni, al calciatore Andrea Sonci, passando per la karateka Barbara Gho, la ginnasta Claudia Godio, senza dimenticare il pugile Giambattista Moschino.

Ad accompagnare il museo, un libro, curato da Sergio Calabrese con Giancarlo Buscaglia, Cesare Vietti e Luciano Bonasegla, che raccoglie brevi biografie e fotoritratti dei campioni vigevanesi, oltre a una serie di videointerviste agli sportivi che raccontano la loro storia, visibile nelle sale di palazzo Roncalli.

L’intenzione della sezione vigevanese dei Veterani dello Sport, presieduta da Giancarlo Buscaglia, è quella di portare nel museo i ragazzi delle scuole, per scoprire storie e immagini di alcuni campioni vigevanesi, il cui ricordo deve restare nella memoria collettiva della città ducale.

Collabora

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pubblicità su PaviaFree.it
Scrivi per PaviaFree.it

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.