• Eventi
  • Pregola del Brallo Festa Medievale 2017

Pregola del Brallo Festa Medievale 2017

festa medievale 2017 1Domenica 6 agosto il borgo di Pregola del Brallo, in provincia di Pavia, farà un salto indietro nel tempo, infatti, dame e cavalieri medievali animeranno le vie del piccolo comune a 950 metri sul livello del mare.

Per tutta la giornata Pregola del Brallo si trasformerà in un villaggio del Medioevo, animato da figuranti in abiti del Duecento.

Alle 10,30 si terrà la messa in costume, cui seguirà il corteo per i vicoli del borgo e la sfilata dei figuranti tra le mura della Casa Forte.

Dalle 12:30 è previsto un pranzo conviviale al Castello, con animazione con giochi di corte, balli medievali, musica e bancarelle, mentre alle 17 si terrà un concerto del Trio Torciani.

Ospite della manifestazione sarà il Mercatino Enogastronomico della Certosa di Pavia che dalle 9,30 presenterà la sua selezione di eccellenze enogastronomiche a filiera corta provenienti dalla zona stesa tra le province di Pavia, Alessandria, Milano e Piacenza, ricchissima di prodotti.

Il pubblico potrà vedere e degustare formaggi e mostarde, il salame di Varzi e, dalla Lomellina, il salame d’oca e il riso; il vino dell’Oltrepo, birra artigianale, lo zafferano, i distillati, le mitiche offelle di Parona dalla tipica forma ovale e le estremità appuntite e il pane speciale di Marco Bernini.

E ancora ci saranno funghi e verdura di stagione, come cipolle e patate dell’Oltrepo Pavese e, da Varzi, uno stand sulla lavanda e alle sue molteplici trasformazioni, oltre a uno stand dedicato all’araldica.

Particolarmente suggestivo lo scenario del Castello in cui si svolgerà gran parte della manifestazione: una costruzione risalente al XI secolo che ospitò la famiglia Malaspina sin dal Medioevo e che oggi è la sede di una bracerie e ristorante.

La famiglia Malaspina era presente in tutta la Valle Staffora già dal XI secolo, infatti divenne la signora di questi luoghi nel 1164 per concessione dell’Imperatore Federico Barbarossa, poi confermato nel XIV e nel XVI secolo dagli imperatori Carlo III e Carlo V.

festa medievale 2017 2I Malaspina eressero il primo castello pregolese a ovest della montagnola a forma di dente che sovrasta l’abitato, ma nel XVI secolo una lotta fra gli stessi feudatari provocò la distruzione del fortilizio.

Infatti nel 1563, il marchese Oliviero e suo fratello, il sacerdote Agostino, vennero uccisi dal marchese Federico Malaspina perché questi gli avevano ucciso il padre.

Suo figlio Gian Maria nel 1570, con l’aiuto di alcuni banditi, tentò di occupare con la forza il castello di Pregola, di cui era comproprietario, ma che allora era abitato da alcuni parenti a lui rivali.

Fallita l’impresa,  Gian Maria per vendicarsi devastò i borghi di Zerba e di Belnome, uccidendo molti vassalli dei suoi rivali, uccidendo quattro donne e rubando il bestiame.

Nel 1571, per queste azioni, Gian Maria subì la confisca dei suoi beni ma tentò con tutti i mezzi che aveva a sua disposizione di farseli rilasciare.

Poichè le azioni legali erano del tutto inutili, nel 1575, con un gruppo di masnadieri, il giovane nobile pose di nuovo l’assedio al castello di Pregola e alla fine lo diede alle fiamme, distruggendolo completamente.

Alla fine del conflitto i Malaspina costruirono, con le pietre recuperate dall’edificio, l’attuale casa-forte o castello situato nella zona est del paese.

L’edificio rimase una sede del marchesato fino alla fine del feudalesimo, avvenuta sotto Napoleone.

Gli ultimi discendenti della famiglia, i marchesi Antonio e Rodolfo, vissero nel castello fino alla loro morte avvenuta nel 1923 e 1924.

Vicino all’edificio fu costruita, forse nell’Ottocento, una dependance per i custodi, detti dagli abitanti dal luogo Tirisö  e Caterinen, che l’abitarono fino alla loro morte avvenuta nella seconda metà del Novecento.

Collabora

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pubblicità su PaviaFree.it
Scrivi per PaviaFree.it

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.