• Cronaca
  • Dall’Umbria a Broni arriva l’Università dei Sapori

Dall’Umbria a Broni arriva l’Università dei Sapori

università sapori 1La storica Università dei Sapori, stimato centro internazionale di Formazione e Cultura dell’Alimentazione, che ha sede a Perugia, aprirà una sua struttura in Lombardia, a Broni, antico borgo dell’Oltrepo’ Pavese.

Tutto questo sarà possibile grazie alla concessione per l’utilizzo del prestigioso complesso di Cassino Po, di proprietà comunale, sottoscritta dal Sindaco di Broni Antonio Riviezzi e dalla Presidente dell’Università dei Sapori Anna Rita Fioroni.

La concessione sarà finalizzata alla gestione della struttura in relazione alle funzioni d’integrazione con l'Enoteca Regionale per la creazione di un polo di formazione, promozione, valorizzazione e divulgazione della cultura agroalimentare di qualità, finalizzato alla promozione delle produzioni enologiche e agroalimentari lombarde, in particolare di quelle legate al Pavese, come il salame di Varzi e le offelle di Parona.

“Sono molto contento e soddisfatto, abbiamo raggiunto un altro fondamentale traguardo non solo per Broni ma per il territorio lombardo e in particolare per l’Oltrepo“ dice il Sindaco di Broni Antonio Riviezzi “La firma della convenzione sancisce ufficialmente la nascita della Scuola di Alta Cucina che l’Università dei Sapori di Perugia gestirà presso il complesso di Cassino Po”.

Con l’arrivo a Broni della Scuola di Cucina, si consolida il progetto di quella che diventerà, nei prossimi anni, una vera e propria Cittadella dell’Enoturismo di Cassino Po, per approfondire e raccontate la lunga storia della cucina del Pavese, dalle origini fino ad oggi.

“La posta in gioco è alta: vista l’importanza economico – culturale che riveste, la caratura internazionale dei servizi offerti, l’appeal mediatico e l’unicità della sua posizione e della cornice naturale in cui è inserita, occorre lavorare con ancor più slancio perché rappresenti un punto di partenza per il rilancio del nostro territorio e per la Lombardia in generale” conclude il Sindaco di Broni “Sono sicuro che grazie alla sinergia e allo spirito di squadra tra gli enti coinvolti nel progetto, raggiungeremo tutti gli ambiziosi traguardi che ci siamo proposti, facendo sì che Cassino Po diventi sempre più un polo di eccellenza per visitatori e turisti, biglietto da visita del nostro territorio in Lombardia, in Italia e nel mondo”.

La delegazione dell’Università dei Sapori di Perugia che è arrivata a Broni per firmare la concessione era composta, oltre che dalla Presidente Anna Rita Fioroni, da Giuliana Spaterna, la Coordinatrice dell’Università dei Sapori, Alessandra Radicioni che lavora per il Marketing and Communication manager e da Luigi Giorgetti, a capo dell’Area Commerciale.

Collabora

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pubblicità su PaviaFree.it
Scrivi per PaviaFree.it

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.