• Eventi
  • Il Gran premio d'Italia di motocross 2017 a Ottobiano
  • Eventi
  • Il Gran premio d'Italia di motocross 2017 a Ottobiano

Il Gran premio d'Italia di motocross 2017 a Ottobiano

ottobiano motocross 1Al motocross di Ottobiano il 24 e 25 giugno arriverà il Gran premio d'Italia di motocross, prova valida per il campionato mondiale, evento di portata eccezionale per la provincia di Pavia, che per il fine settimana sarà al centro del mondo dei motori.

L’arrivo del mondiale in Lomellina è successo grazie alla recente fusione societaria tra le società di gestione delle piste di Maggiora e Ottobiano, diventate la 8M Sport Group.

Nella MxGP Tony Cairoli, dall’alto dei suoi 381 punti, in vetta alla graduatoria iridata, si presenta con lo scopo di aumentare il gap con la concorrenza e far suo il titolo iridato.

Ma Clement Desalle, Gautier Paulin e Jeffrey Herlings sono i piloti che cercheranno di ostacolare del siciliano mentre il campione del mondo 2016 Tim Gajser, che è stato costretto a saltare l’appuntamento in Russia per problemi fisici ed ora in quinta piazza in classifica, non è ancora sicuro di essere ai nastri di partenza. 

Sabato 24 giugno alle 16.25 ci sarà la Qualifying race Mx2 e alle 17.10 la Qualifying race MxGP, mentre domenica 25 giugno alle 13.15 è prevista la Gara-1 Mx2, alle 14.15 la Gara-1 MxGP, alle 16.10 la Gara-2 Mx2 e alle 17.10 la Gara-2 MxGP.

E tutto questo in un piccolo paese della Lomellina, piccolo sì, ma con una storia che parte da molto lontano e che certamente non pensava un giorno di sentire il rombo dei motori.

Quasi certamente Ottobiano fu fondata dai Romani, il nome, infatti, appare nel medioevo come Octabianum, che deriva da un fundus o praedium Octavianum, un podere della gens Octavia, quella dell'imperatore Augusto.

La località fu citata ancor prima del 1000 e nel 1250 venne elencata tra i luoghi appartenenti al dominio di Pavia, come la sede di un podestà con giurisdizione sui centri vicini.

Nel secolo successivo, come molti borghi della Lomellina centrale e occidentale, Ottobiano fu una signoria dei Beccaria di Pavia, confermati nel loro possesso anche dai Visconti.

Nel 1428 il feudo passo all'ambasciatore ducale Andrea Birago, di nobile famiglia milanese, feudatario anche di Frascarolo e altre località in Lomellina e alla sua morte Ottobiano fu ceduto ai De Rossi di Piacenza, ma nel 1481 tornò al nipote di Andrea, Pietrino Birago e, tranne una breve confisca sotto l'occupazione francese, rimase ai suoi discendenti, che erano parte del ramo piemontese della famiglia, infatti nel 1791 Enrico Birago divenne Barone di Ottobiano, ma nel 1797 il feudalesimo venne abolito.

Il feudo di Ottobiano aveva anche le cascine Confalonera e Ardizzi, che poi divennero un comune autonomo e in seguito vennero aggregate a Ferrera Erbognone.

Nel 1713 Ottobiano, con tutta la Lomellina, passò alla famiglia Savoia, infine nel 1859 entrò a far parte della provincia di Pavia.

Collabora

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pubblicità su PaviaFree.it
Scrivi per PaviaFree.it

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.