• Eventi
  • Chocomoments 2017 a Siziano
  • Eventi
  • Chocomoments 2017 a Siziano

Chocomoments 2017 a Siziano

siziano choco 1Tornano per il 2017 gli appuntamenti nel Pavese con la grande festa del cioccolato artigianale e tutto inizierà a Siziano che nel prossimo fine settimana ospiterà Chocomoments.

Da sabato 4 a domenica 5 febbraio Piazza Fellini vedrà cooking show, lezioni di cioccolato, degustazioni e abbinamenti di vino, rum, grappa, birra, caffè e cioccolato, sfide a colpi di praline, divertenti mini-corsi per imparare a fare la sacher o dei gustosi cioccolatini.

Per i più piccoli ci saranno laboratori, choco baby e tanta animazione con i palloncini e i personaggi dei cartoon.

Come sempre ci sarà un’imponente macchina per la macinazione delle fave di cacao, in un laboratorio a cielo aperto, dove si racconterà la storia del cioccolato grazie al percorso illustrato Conoscere il cioccolato, dove un maestro cioccolatiere preparerà deliziose praline e sculture di cioccolato da mangiare non solo con gli occhi e si potrà gustare una tavoletta di cioccolato da Guinness di ben 10 metri.

Siziano per la prima volte compare in antichissimi documenti accanto a Vico Major (Villamaggiore) e Vicus Audulfi (Vidigulfo) poi è chiamato Sestenzanum, Seticianus, Siccianus. Tuttavia è Setenzanum che il Papa Eugenio II cita rivolgendosi, con una bolla pontificia, all'Arcivescovo di Milano, fatto citato dallo storico Giulini nelle sue memorie. 

All'epoca delle centuriazioni, il territorio di Siziano venne assegnato ai legionari di Roma poi, sotto la pressione delle orde barbariche, la pianura fu abbandonata e Siziano, come gli altri piccoli centri, rimase isolato nelle paludi circondate da foreste.

Questa situazione rimase inalterata fino a quando, per opera dei frati di Chiaravalle e della Certosa, con imponenti opere di sistemazione dei canali e livellamento dei terreni, il territorio venne risanato.

La posizione strategica di Siziano, sulla strada fra Pavia e Milano, fece si che il piccolo borgo fosse terra di passaggio di eserciti di ogni provenienza. 

La prima battaglia che ebbe come teatro Siziano avvenne nel 568 fra l'esercito guidato da Flavio Longino, proclamato dall'Imperatore romano d'Oriente Giustino II Governatore d'Italia, e i Longobardi in procinto di assediare Pavia. 

Sotto i Franchi, le campagne di Siziano ospitarono anche Carlo Magno, che pose il campo a Noniano, l'attuale Grignano.

Nel corso del Medioevo Siziano, sottoposta al dominio milanese ma collocata sul confine tra le terre di Milano e quelle di Pavia, fu al centro di sanguinose contese politico-militari.

A scopi difensivi i milanesi eressero una fortezza della quale ancor oggi sono visibili le imponenti mura nel centro del paese.

Siziano e il suo castello persero d'importanza nel momento in cui, con la conquista di Pavia da parte dei Visconti, non ci fu più la necessità di presidiare il confine tra Pavia e Milano.

Donato dagli Sforza alla famiglia dei Biraghi, il borgo di Siziano andò incontro a una progressiva decadenza.

Nel 1863 Siziano fu il nuovo capoluogo di comune, e nel 1871 venne aggregato a Siziano il comune di Campomorto, sede di un'antica abbazia, feudo e patronato della famiglia Mantegazza di Milano, dove fu combattuta, nel 1061, un'aspra battaglia tra Pavesi e Milanesi che provocò un gran numero di vittime. 

Collabora

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pubblicità su PaviaFree.it
Scrivi per PaviaFree.it

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.