• Eventi
  • I Celti in Insubria: una cena a Varzi
  • Eventi
  • I Celti in Insubria: una cena a Varzi

I Celti in Insubria: una cena a Varzi

cena celtica varzi 1Sabato 21 gennaio, al Castello Malaspina di Varzi, si terrà dalle 18 il convegno I Celti in Insubria, Varzi fondata dai Celti-Liguri, sulle origini dei popoli che hanno dato vita ai primi insediamenti in Valle Staffora.

Nei secoli VI e V a.C. i Celti conquistarono l’Italia settentrionale e affrontarono le tribù liguri insediate nel territorio, poi i due popoli si fusero, iniziando la stirpe Celto-Ligure che, organizzata in piccole tribù, dopo aver abbandonato le proprie abitazioni costruite sulle vette dei monti, diede inizio al popolamento della valle.

La progressiva civilizzazione poi spinse i Celti – Liguri a vivere a quote sempre più basse, facendo nascere vari villaggi di fondovalle, come Varzi.

Di questo si parlerà nell’incontro organizzato dall’Associazione Culturale Terra Insubre, una realtà nata a Varese circa vent’anni fa che, con la pubblicazione dell’omonima rivista, cura l’organizzazione di eventi sul tema e l’attività di ricerca storica e archeologica sui Celti, Goti e Longobardi.

Oggi l’associazione ha sezioni locali attive a Como, Novara, Milano, Pavia, Marcallo con Casone, Lecco, in Valtellina e nel Canton Ticino, e con il nome di Terra Orobica nel bergamasco.

Introdotti dal responsabile di Terra Insubre Pavia Provincia Giovanni Palli, parteciperanno al convegno il fondatore dell’Associazione Andrea Mascetti, studioso di storia lombarda che parlerà di Celti in Insubria e lo storico Fiorenzo Debattisti, noto fotografo e scrittore varzese che ha pubblicato il libro che da il sottotitolo alla conferenza, cioè La viabilità il commercio e il contrabbando del sale dalla Pianura Padana al mare, passando in Valle Staffora.

Nella prima parte dell’incontro, si vedrà come l’Insubria è ancora oggi ricca di testimonianze storiche del periodo della dominazione celtica, che ebbe il periodo di massimo splendore tra il IV e il III secolo a.C.

Nella seconda parte della conferenza saranno illustrati i percorsi tracciati dei popoli della Valle, partendo dai Liguri, primi abitanti della Valle Staffora, fino alla rivoluzione delle strade carrettabili, cioè le strade artificiali percorse poi dai mezzi a motore e a ruote, sino ai giorni nostri.

Al termine della conferenza, il Castello Malaspina proporrà una cena con piatti d’ispirazione celtica, realizzati con prodotti locali.

Il menu della serata vedrà lardo speck e ciccioli, fantasia di orzo, farro e verdure e bis di formaggi, un’antica zuppa di farro con fagioli dell’occhio e cotiche, cosciotto di maiale al forno con verdure brasate e torta morbida con prugne secche e latte.

In abbinamento ai piatti saranno proposte birre crude artigianali oltrepadane.

La cena costerà 30 euro a persona su prenotazione, che si potrà fare scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e iQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., oppure telefonando al numero 3488224495 - 3469588786.

Per l’occasione, il Castello verrà anche aperto alle visite guidate, condotte dal padrone di casa, il Conte Enrico Odetti di Marcorengo e, nel tardo pomeriggio, dallo stesso Debattisti.

Le visite guidate inizieranno alle 9, 10, 11, 12, 15, 16 e 17 e costeranno 7 euro per gli adulti, mentre saranno gratuite per i bambini al di sotto dei 14 anni.

Infine, sarà allestito uno stand di Terra Insubre, presso il quale sarà possibile acquistare libri e tesserarsi all’Associazione Culturale. 

Collabora

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pubblicità su PaviaFree.it
Scrivi per PaviaFree.it

Seguici su Facebook

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti per migliorare i propri servizi. Continuando accetti tale utilizzo.